Repsol Logo

Repsol Logo

Repsol è il più grande magnate del petrolio e del gas in Spagna e in America Latina. È presente sul mercato dal 1986. È stata costituita sulla base di tre raffinerie, che in seguito hanno dato vita all’Empresa Nacional del Petroleo. È questa azienda che è servita come base per l’azienda moderna.

Importanza e storia

Repsol Logo Storia

Il primo logo è apparso quasi subito dopo la formazione della nuova struttura industriale. In generale, l’azienda ha tre loghi, ottenuti grazie all’evoluzione del design delle versioni precedenti.

1951 – 1987

Repsol Logo 1951-1987

I marchi moderni erano preceduti da un simbolo sotto forma di cerchi concentrici multicolori. Questa è una classica rondella con un bordo rosso e un centro blu separati da un anello bianco. All’interno c’era una “R” stilizzata con una linea orizzontale allungata che si estendeva oltre il tratto verticale.

1987

Repsol Logo 1987-1997

La versione di debutto è un orizzonte lungo e piatto. Rappresenta la linea del mare, il cielo e il sole che sorge e tramonta e il suo riflesso speculare nell’acqua. È un semplice segno individuale con i classici colori del tramonto e della superficie dell’acqua – rosso, arancione e blu scuro. Sopra la linea dell’orizzonte c’è la scritta “Repsol”, fatta con lettere inclinate in maiuscolo.

1997

Repsol Logo 1997-2012

Nel 1996 l’azienda ha iniziato a sviluppare un altro logo e un anno dopo è stato adottato ufficialmente. Esisteva da oltre 15 anni e consisteva degli stessi elementi del suo predecessore. I designer hanno mantenuto la linea dell’orizzonte, ma l’hanno solo accorciata e ne hanno cambiato il colore in bianco. Hanno anche eliminato gli urti, che hanno reso l’immagine più simmetrica. Il nome della società è stato posto sopra il sole. Inoltre, ha aggiunto lo sfondo blu-nero come un quadrato, che simboleggia l’olio.

2012

Repsol Logo 2012-....

In questo periodo c’è stata una grande modernizzazione dell’identità del marchio, che ha permesso di modernizzarla, renderla più attraente e comprensibile. Ciò è dovuto all’aumento della concorrenza nel mercato della raffinazione del petrolio e dell’industria del gas.

L’amministrazione ha ordinato una nuova serie di elementi grafici, guidati principalmente dalla rilevanza. Di conseguenza, un quadrato scuro è stato rimosso dal logo, e l’iscrizione è stata spostata sul lato destro, restituendo il suo colore come sul logo di debutto.

Gli emisferi sono aumentati di dimensioni, hanno aggiunto proporzionalità e si sono leggermente inclinati verso destra. Un leggero abbagliamento è stato disegnato sulla parte superiore, che segna il sole. La linea al centro è stata dipinta in argento con una tinta grigio chiaro lungo il bordo. Di conseguenza, ha cominciato ad apparire come una parte metallica con un bagliore freddo.

Emblema

Come già detto, i simboli aziendali rappresentano il mare, il sole e il suo riflesso nell’acqua. Nel corso del tempo, sono stati trasformati in caratteristiche perfette, accurate, eleganti, adeguate alle attività dell’azienda.

I colori aziendali del logo sono rosso, arancione, blu scuro e bianco. Ognuno di essi ha una propria interpretazione e simboleggia alcune qualità. Il rosso è dinamica e scintilla, l’arancione è energia e calore, il blu è solidarietà e responsabilità, il bianco è gestione trasparente ed energia pura.

L’inclinazione dell’ovale verso destra trasmette il desiderio del magnate dell’olio e del gas di svilupparsi e di muoversi in avanti. Il carattere dell’iscrizione è individuale. È caratterizzato da una lettera “S” leggermente piatta con estremità uniformemente allungate.

Font e colori

La scritta “REPSOL” in corsivo minimalista che appare sul lato destro del logo è in un carattere sans serif. È molto simile a FF Celeste Sans Black Italic creato dal tipografo Christopher Burke. Questo carattere tipografico è riconoscibile per gli angoli arrotondati, le pendenze uniformi, la “S” a forma di Z e la “O” smussata.

La tavolozza dei colori di Repsol è molto varia: include bianco, nero, diverse tonalità di grigio, giallo, arancione e rosso. Inoltre, le sfumature correlate non esistono separatamente: fluiscono dolcemente l’una nell’altra. Il gradiente è stato utilizzato nel design dal 2012.