Patagonia Logo

Patagonia Logo

Il marchio di abbigliamento sportivo Patagonia è unico nel suo genere, in quanto promotore della cosiddetta economia circolare. La storia dell’azienda, così come il suo logo, è molto interessante e istruttiva ed è un classico esempio di come un hobby di una persona può creare una nuova direzione di importanza mondiale.

Significato e storia

La data di creazione ufficiale dell’azienda Patagonia è il 1973. Il suo fondatore è l’alpinista Yvon Shuinar dagli Stati Uniti. Inizialmente, era impegnato nella produzione di attrezzatura per l’arrampicata, ma nel 1970 da un viaggio in Austria ha portato a casa diversi kit sportivi che i suoi amici e colleghi hanno apprezzato molto. E poi Yvonne ha deciso di passare alla produzione di abiti costosi e di altissima qualità realizzati con materiali naturali destinati al turismo e all’alpinismo. Il fondatore ha scelto il nome per la sua eco-azienda in onore delle sue montagne preferite in Sud America.

Oggi, il marchio è il più grande gigante del suo settore, l’azienda è stata una delle prime a dominare la produzione di biancheria intima termica e ha anche iniziato a utilizzare nuovi materiali e colori vivaci nell’abbigliamento sportivo. La Patagonia ha una sua filosofia, che si esprime in ogni dettaglio di prodotti e tipi di servizio unici.

Il logo della Patagonia è pienamente coerente con il nome: mostra un profilo delle montagne del Cerro Fitz Roy (massiccio di Fitzroy) situato sopra la città di El Schalten. Il marchio ha subito lievi modifiche nel corso degli anni dell’esistenza dell’azienda, ma l’idea è rimasta originale e riconoscibile.

Emblema

Il logo è stato creato in collaborazione con lo stesso Yvon Shuinar e il designer-artista Jocelyn Slack. Yvonne ha avuto l’idea e l’artista l’ha incarnata in un’immagine visiva. La ragazza ha ammesso di non essere mai stata in Patagonia, ma le storie colorate di Yvon le hanno fatto venire voglia di visitare questa meravigliosa terra. Ha cercato di incarnare tutte queste emozioni nello stesso emblema. Per la prima volta, l’emblema è apparso sull’etichetta dei prodotti di marca nella collezione primavera 1976.

Il primo emblema era colorato e memorabile. Era una piastra rettangolare con il profilo della matrice Fitz Roy in nero con un bordo bianco. Sopra questo è il cielo, dipinto con strisce blu, viola e arancioni. Su uno sfondo nero c’è il nome del marchio “ratagonia”, sotto di esso a destra c’è la frase “Ecco ogni passo del cammino”.

Questa versione rimane rilevante fino ad oggi. Nel 2011, con l’aggiunta di nuovi tipi di prodotti, sono stati sviluppati due loghi aggiuntivi:

Un bianco e nero (profilo di montagna nero, cielo bianco), su uno sfondo nero c’è una scritta bianca “ratagonia” in un carattere ordinario, sotto di essa in maiuscolo – la parola DISPOSIZIONI.

Il secondo è realizzato in bianco e blu (lo sfondo è bianco, il profilo delle montagne e l’iscrizione è blu). Sotto la parola “Patagonia” la frase “On Thames Street” (il nome della catena alberghiera dove alloggiano gli scalatori).

Carattere e colore

Per scrivere il nome del marchio, è stato utilizzato il carattere Belwe Bold – qualcosa tra le lettere maiuscole e maiuscole, usando i serif. Autore del font Georg Belve.

La combinazione di colori è invariata: sfumature di bianco, nero, blu, arancione e viola. I brillanti colori saturi simboleggiano il colore del cielo della Patagonia al tramonto.