Gucci Logo

Gucci Logo

Gucci è una casa di moda di fama mondiale dall’Italia. Impegnato nella produzione di abbigliamento, borse, gioielli, profumi e accessori. Situato nella città di Firenze. Esiste dal 1921. Fondata dallo stilista Guccio Gucci.

Significato e storia

Gucci Logo Storia

Prima di creare un sinonimo di lusso luminoso e prestigio unico, Guccio ha lavorato in hotel parigini e londinesi. Una volta Guccio, mentre svolgeva il suo lavoro, portava la valigia di un ospite dell’hotel e ne rimase colpito dalla sua qualità. Ciò influenzò così tanto la visione del mondo del giovane che nel 1920 tornò in patria e aprì un negozio di pelletteria. Naturalmente, l’assortimento era dominato da valigie, nonché da selle e stivali per la guida.

Gli artigiani esperti hanno lavorato per lui, che non ha perso di vista una sola sciocchezza, quindi la boutique è diventata rapidamente popolare e di successo. Di conseguenza, nel 1921, un nuovo marchio apparve ufficialmente con punti vendita a Firenze, Roma e Milano. Nel 1953, il proprietario morì e la sua compagnia fu divisa equamente tra i suoi figli, uno dei quali si trasferì negli Stati Uniti, dove ottenne un clamoroso successo, rendendo il logo dell’azienda riconoscibile in tutto il mondo.

Il famoso simbolo della maison nasce nel 1944, quando Aldo Gucci entra a far parte dell’azienda di famiglia. Fino ad allora, la società lavorava senza il proprio marchio e non presentava differenze grafiche ufficiali. Concependo il logo, il figlio del fondatore ha deciso di combinare due lettere identiche delle iniziali di suo padre, poiché coincidevano con successo.

Ha interpretato due GG interconnessi, rendendoli un elemento di prestigio. Inizialmente, il logo si trovava accanto al nome Gucci, quindi lo sostituì completamente, perché attirò davvero la mia attenzione ed era ben ricordato. L’emblema si è rivelato così attraente che non solo ha attirato l’attenzione, ma non è mai cambiato dal suo inizio. È sempre rimasta minimalista, elegante, raffinata, a testimonianza del gusto impeccabile dei clienti che scelgono i prodotti di marca di questa casa di moda.

Simbolo

Non tutto era così impeccabile e senza nuvole attorno a un prestigioso cartello di moda. È associato a molti casi giudiziari, scandali familiari, divisioni, contenzioso e persino omicidio. Questo è il modo in cui il simbolo, in cui gli elementi principali sono strettamente collegati, separava effettivamente le persone vicine. Inizialmente era una spilla, che fu successivamente trasferita in valigie e borse, rendendola qualcosa di simile a una marcatura o un’etichetta.

È stato introdotto per la prima volta nella collezione pret-a-porter di Gucci. Questo evento di alto profilo risale al 1968 anno. Una combinazione di due lettere maiuscole era presente in innumerevoli varianti, forme e materiali. All’inizio, i segni erano persino capovolti e astratti. Tuttavia, la chiave è rimasta comunque due semicerchi collegati “faccia a faccia”.

Grazie all’incrocio di linee, formano simboli nascosti che trasmettono un significato sacro. Se osservi attentamente le estremità della “G”, puoi vedere chiaramente una freccia rivolta verso il basso o un cuore con una parte superiore aperta. L’elemento grafico è anche spesso integrato dal nome espanso della casa di moda, che è scritto in caratteri Serif, che ricorda Granjon Roman.

Inoltre, il marchio include la bandiera dell’azienda. È stato creato negli anni ’50 del secolo scorso. È dipinto con i colori del marchio: una combinazione di verde e rosso. Questo segno distintivo è anche coinvolto nel settore della moda: può essere riconosciuto su alcune borse, pochette e persino un bikini.

Font e colori

La combinazione di colori dell’emblema è diversa e dipende dal luogo specifico del suo utilizzo. Sui prodotti in pelle, è realizzato sotto forma di stampa e dipinto in tono con il colore dei materiali. Su borse e gioielli raffinati, viene utilizzato sotto forma di una toppa di spilla in metallo o plastica e può essere dorato o argento.

In generale, l’etichetta Gucci dipende dal colore del materiale, poiché viene stampato, inciso, dipinto, bruciato e persino realizzato con pelle di coccodrillo e lucertola. In particolare, per l’industria della moda il logo con il doppio “GG” viene utilizzato nella versione in oro, per documenti commerciali – in bianco e nero.