Menu Chiudi

Marche di auto Australiano

Marche di auto Australiano

La storia centenaria dell’industria automobilistica australiana iniziò alla fine del XIX secolo, quando due inventori svilupparono l’equipaggio a vapore Phaeton. La prima auto con motore a combustione interna apparve un po ‘più tardi, nel 1901. Successivamente, furono creati modelli migliorati con parti prodotte localmente sulla sua base. A proposito, ora ci sono pochissime parti di automobili prodotte nel continente. Inoltre, non è rimasta una sola azienda di pneumatici: quest’ultima è stata chiusa nel 2010.

L’industria dell’ingegneria decollò a metà del XX secolo, quando l’Australia iniziò ad attrarre case automobilistiche straniere. Aziende come Ford, General Motors e Toyota hanno deciso di riempire una nicchia vuota con i propri marchi su misura per il mercato australiano. La più grande rinascita dell’industria automobilistica è stata osservata negli anni ’70, quando le imprese producevano circa 500mila auto all’anno, portando il paese al decimo posto nel mondo per questo indicatore.

Il primo produttore di veicoli esclusivamente australiano è stato Tarrant. Ha operato per un breve periodo – dal 1901 al 1908. Oltre ad essa, c’erano altre aziende inattive: Ilinga (1974-1975) con l’unico modello AF-2, Giocattolo (1986-1989), Buckle Motors (1927-1967) ) biennio), Bolwell (1962-1979), Purvis (1974-1991), OKA (1986-2010). Il detentore del record in questo senso è Holden, registrato nel 1856 e abolito nel 2021.

Principali case automobilistiche australiane

È successo che nel 2015 in Australia erano rimaste solo tre case automobilistiche attive: Holden (dal 1931 una divisione di GM), Ford e Toyota. Ma hanno anche ridotto la produzione, ponendo fine ai 100 anni di storia dell’industria automobilistica del continente. Ora tutte le auto disponibili nel mercato interno del paese vengono importate dall’estero.

Holden (1856-2021)

Holden Logo (1856-2021)

Holden è considerata la più antica azienda automobilistica d’Australia. Ma il suo predecessore J.A. Holden and Co., fondata nel 1856, aveva una lunga storia nella produzione di selle e passò alle parti di veicoli solo nel 1908. La General Motors, che acquistò l’attività nel 1931, riuscì a sollevare Holden dalla sua prolungata stagnazione. Grazie alla sua iniziativa, nel 1948 viene avviata la produzione di macchine. Il rinvio forzato avvenne a causa della seconda guerra mondiale, quando tutte le fabbriche passarono alla produzione di attrezzature militari.

I dirigenti locali volevano che la prima auto venisse adattata alle condizioni australiane, ma il quartier generale di GM decise diversamente e suggerì di modificare semplicemente uno dei modelli Chevrolet. Nonostante il conflitto, la società madre ha sostenuto Holden e ha investito enormi somme di denaro in questo marchio. E ancora, per l’aumento delle vendite negli anni ’90. seguito da un declino iniziato negli anni 2000. L’azienda ha subito perdite e ha chiuso le linee di assemblaggio fino a quando non è rimasto uno stabilimento. È stato interrotto nel 2017 e il marchio Holden ha ufficialmente cessato di esistere il 1 ° gennaio 2021.

FPV (2002-2014)

FPV Logo (2002-2014)

Il nome completo di FPV suona come Ford Performance Vehicles. Questo marchio è apparso nel 2002 sulla base della Ford Tickford Experience ed è esistito fino al 2014 come una delle divisioni di Ford Australia. Allo stesso tempo, la Ford Motor Company australiana possedeva solo la metà dell’impresa e la seconda parte era a disposizione del team automobilistico britannico Prodrive.

Questo è accaduto storicamente, perché l’emergere della rete di concessionari FTE è stata preceduta da una partnership tra Ford e Tickford (una società di ingegneria che era precedentemente di proprietà di Prodrive). Hanno collaborato per costruire auto basate su Falcon e insieme hanno formato la Ford Tickford Experience per venderle. Nel 2002, è stato effettuato un rebranding e la società mista è diventata nota come Ford Performance Vehicles.

HSV (1987-2021)

HSV Logo (1987-2021)

Il marchio HSV esisteva come filiale di Holden e con esso è scomparso il 1 ° gennaio 2021. Questa attività è stata creata nel 1987 per sostituire la Holden Dealer Team. È stato co-fondato da Tom Walkinshaw Racing e dalla casa automobilistica Holden della General Motors.

Le modifiche di varie auto sono state prodotte con il marchio HSV. I più famosi sono il SUV crossover Avalanche, la berlina sportiva ClubSport, l’auto sportiva di lusso Senator e altri modelli. Dopo che la divisione è stata chiusa, è stata sostituita da General Motors Specialty Vehicles.

Elfin (1959-2012)

Elfin Logo (1959-2012)

Elfin è una delle poche case automobilistiche in Australia che non è stata chiusa. Esiste ancora, sebbene non produca più nulla da marzo 2012. Come suggerisce il nome completo dell’azienda (Elfin Sports Cars Pty Ltd.), è specializzata nella produzione di auto da corsa e sportive.

L’azienda è stata fondata nel 1959 e ha cambiato molti proprietari senza rimanere a lungo con nessuno. Attualmente è di proprietà dell’ex pilota di auto da corsa Tom Walkinshaw, morto dal 2010.

La sede dell’organizzazione è a Melbourne e le fabbriche si trovano nelle vicinanze, nei sobborghi. Fino al 2012 vi sono stati prodotti tre modelli di veicoli: le auto sportive MS8 Clubman, MS8 Streamliner e T5 Clubman.

Ford Australia (1925-2016)

Ford Australia Logo (1925-2016)

La divisione australiana della Ford Motor Company, nota come Ford Australia, è stata aperta nel 1925. Nei primi anni, ha prodotto modelli canadesi da parti fornite al paese dall’estero. Un esempio di tale trasporto è la Tin Lizzie, che divenne la prima automobile “mondiale”. Ma la divisione è diventata più famosa per il suo Falcon, prodotto in Australia dal 1960 al 2016. Alla fine del 2016, Ford ha deciso di ridurre definitivamente la produzione di auto nel continente.

Toyota Australia (1963-2017)

Toyota Australia Logo (1963-2017)

Toyota Australia ha seguito Holden (GM) e Ford per chiudere tutte le sue fabbriche. L’ultima impresa ha smesso di funzionare nell’ottobre 2017. Il motivo è la mancanza di domanda di auto a causa dei veicoli importati a basso costo e l’aumento dei costi di produzione. Così la divisione Toyota, entrata nel mercato australiano nel 1963, producendo più di 2 milioni di auto e sostituendo Holden, pose fine alla sua lunga storia.

Mack Trucks Australia

Mack Trucks Australia Logo (1963)

Fondata nel 1963, Mack Trucks Australia si dedica all’adattamento dei camion alle condizioni naturali del continente. Gli ingegneri progettano camion personalizzati per diverse esigenze aziendali. Ad esempio, sono stati sviluppati modelli innovativi con speciali sistemi di sicurezza per le prove più severe e le piste difficili. Il produttore possiede impianti industriali in Kentucky (USA) e Queensland (Australia).

Iveco Australia

Iveco Australia Logo (1975)

Nonostante i problemi dell’industria automobilistica, Iveco Australia rimane fedele ai suoi principi e produce circa un centinaio di veicoli all’anno. La sua fabbrica si trova a Melbourne, dove vengono costruiti autobus e camion per adattarsi alla complessa geografia del paese. Inoltre, l’azienda non solo fornisce veicoli ai residenti locali, ma partecipa anche alla creazione di infrastrutture stradali. Lo fa sin dalla sua fondazione all’inizio del secolo scorso.