Trello Logo

Trello Logo

Trello è un’applicazione web per un facile lavoro di squadra, produttività, gestione dei progetti e multitasking. È stato scritto da Joel Spolsky e Michael Pryor ed è attualmente di proprietà della società di software australiana Atlassian. L’utility è stata rilasciata per la prima volta nel 2011 sotto gli auspici di Fog Creek Software. Si rivolge a diverse piattaforme popolari: Android, sistema operativo Windows, iOS, macOS. La sua sede principale è a New York (USA).

Significato e storia

Trello Logo Storia

L’app Trello è stata lanciata prima su TechCrunch come parte di Fog Creek. Questo evento è datato 2011esimo anno. Nel settembre dello stesso anno, la rivista specializzata Wired l’ha nominata una delle sette startup più interessanti e Lifehacker ha notato che rende la collaborazione un processo facile e divertente.

Diversi anni dopo (nel 2014), il web board ha raccolto finanziamenti da società come Spark Capital e Index Ventures. Nel 2016, il programma ha annunciato di avere già 14 milioni di registrazioni. Nel gennaio 2017, il gigante industriale digitale Atlassian lo ha acquistato per 425 milioni di dollari.

Alla fine del 2018, Trello ha annunciato l’acquisizione di Butler, l’azienda che ha sviluppato Power-Up per automatizzare il proprio processo. Poi la sua carriera ha iniziato a svilupparsi ancora più intensamente e nell’ottobre 2019 aveva 50 milioni di utenti.

L’identità visiva dell’applicazione web si è evoluta con essa e ha ricevuto due varianti di marchio. Sebbene i loghi non siano molto diversi tra loro, sono apparsi in tempi significativi per l’azienda.

2011 – 2016

Trello Logo 2011-2016

Questo periodo appartiene alla versione di debutto, approvata immediatamente all’inizio del progetto. Per sottolineare la facilità d’uso del programma, la sua apertura, comprensibilità e praticità, gli sviluppatori hanno scaricato il logo con i dettagli. Questa è la versione più laconica, composta da soli due elementi: il numero di parti del logo.

C’è una “finestra” improvvisata sul lato sinistro. Indica la posizione dei grafici e altre informazioni utili per la collaborazione. Ha un bordo largo, che a volte si trasforma in un riempimento solido, in particolare nella zona in basso a destra. Gli angoli del quadrato sono arrotondati. Al suo interno ci sono due rettangoli bianchi di diverse dimensioni. A destra del grafico c’è la parola “Trello”. Viene eseguito in un carattere elegante in uno stile minimalista con una combinazione armoniosa di linee rigorose e morbide.

2016 – presente

Trello Logo 2016-oggi

La versione attuale è apparsa durante il processo di rebranding, effettuato in connessione con il trasferimento dell’applicazione ad Atlassian. Dopo aver aggiornato il logo, l’elemento grafico è rimasto lo stesso – sotto forma di una bacheca. Solo la parte testuale ha subito modifiche. I segni stampati divennero scritti, semi-collegati e ricevuti in corsivo con una pendenza minima a destra. Il colore è cambiato: invece del blu scuro, è apparsa la sua tonalità chiara.

Carattere e colori del logo

Il simbolo dell’identità personale del servizio ha subito un minimo di correzioni. Per lo più hanno toccato l’iscrizione. L’immagine in entrambe le versioni sembra la stessa: un quadrato blu con rettangoli bianchi all’interno. Ma l’ortografia del nome è cambiata e si è trasformata da testo rigorosamente geometrico a testo scritto a mano obliquo. Nessuno degli elementi ha uno sfondo in quanto tale, a meno che, ovviamente, non conti lo spazio vuoto bianco.

Inizialmente, il logo utilizzava il carattere Helvetica Neue. Agli sviluppatori del programma è piaciuto per la sua semplicità, facilità di lettura, mancanza di serif e altri elementi inutili. Ma poi i proprietari dell’applicazione si sono resi conto che ci sono molte di queste opzioni di font. Di conseguenza, hanno deciso di riprogettare e implementare qualcosa di nuovo, individuale, che avrebbe permesso loro di ricordare il servizio la prima volta. Gli esperimenti sono stati condotti in Font Swap. Il risultato è un carattere obliquo con lettere minuscole allungate, ad eccezione del primo. Lo schema dei colori dell’emblema è semplice: si compone di azzurro e bianco.