Google Play Logo

Google Play LogoGoogle Play distribuisce contenuti digitali per dispositivi mobili che funzionano sulla piattaforma Android. Si chiamava Android Market, ma nel 2012 è stato rinominato. Il portale consente agli sviluppatori di pubblicare applicazioni e agli utenti di scaricarle e installarle su dispositivi personali. È inoltre possibile trovare film, musica, libri e altri file multimediali.

Significato e storia

Google Play Logo

Quando Google ha ottimizzato le icone grafiche per i suoi servizi, ha creato un’identità coerente che ha unificato tutti i suoi prodotti. Pertanto, il logo di Google Play si è evoluto con esso fino a quando non ha acquisito un design moderno.

2008 – 2011

Nel 2008, il negozio online Android Market è stato aggiunto alla famiglia di applicazioni Google. Il suo logo portava elementi associati al popolare sistema operativo: un robot verde e una scritta grigia “androide”, che utilizzava un carattere personalizzato con lettere aperte. La parola verde “mercato” si trovava sotto il nome del sistema operativo. La prima cosa che ha attirato la mia attenzione sono stati gli angoli arrotondati e le forme sfocate. A sinistra del testo c’era una borsa della spesa bianca con due manici neri e l’immagine familiare di un robot.

2011 – 2012

Tre anni dopo il lancio, l’app store ha modernizzato il design del suo logo. Per la frase “Android Market” è stato scelto un nuovo carattere: più semplice e sans serif. Allo stesso tempo, i colori sono stati invertiti: la prima parola è diventata verde e la seconda, al contrario, grigia. La borsa del robot è stata ampliata e ampliata. A causa dell’oscuramento in alto, sembrava piegato al centro.

2012 – 2015

Dopo il rebranding, il portale Android Market è stato rinominato Google Play, quindi la vecchia icona non era più rilevante. I designer hanno messo un nuovo nome per il servizio sul logo, utilizzando lo stesso carattere per la prima parola che è familiare dai loghi di Google: Catull with serif. “Play” era scritto in lettere sans serif. A sinistra c’era la sagoma del pulsante di riproduzione, dipinta in quattro colori: blu, rosso, arancione e giallo pallido. Il gradiente ha creato un effetto 3D.

2015 – 2016

Il carattere è stato cambiato nel 2015 perché Google ha abbandonato Catull a favore di Product Sans. Di conseguenza, entrambe le parole hanno iniziato a essere scritte allo stesso modo. L’icona del triangolo arrotondato è rimasta la stessa, ma non per molto: questa versione è stata utilizzata fino ad aprile 2016.

2016 – presente

L’ultima riprogettazione del logo ha avvicinato i colori alla tavolozza ufficiale di Google. La grafica ora non ha gradiente. Il motivo è costituito da quattro segmenti ben definiti colorati in vivaci tonalità di blu, verde, giallo e rosso. L’iscrizione, come prima, è grigia.

Carattere e colori del logo

L’attuale logo del negozio online è simile alle icone di altri servizi Google (musica, giochi, libri, film). Ognuno di essi contiene una sagoma colorata di un pulsante di riproduzione e un simbolo specifico che indica il tipo di supporto. Solo Google Play non ha nulla sul pulsante triangolare: è abbastanza luminoso senza di esso.

Dal 2015 il nome dell’applicazione è scritto in Product Sans, lo stesso carattere utilizzato per il logo di Google sul logo della casa madre. È un carattere sans-serif semplificato con una “e” gonfia.

Il set di colori corrisponde anche all’identità di Google. Include rosso (# ff3333), giallo (# ffd400), verde chiaro (# 48ff48) e ciano (# 3bccff).