Tesla Logo

Tesla LogoElon Musk ha investito milioni di dollari in Tesla e, grazie a questo, ha fatto una vera rivoluzione nel settore automobilistico. In primo luogo ha investito in una startup con due ingegneri: Marc Tarpenning e Martin Forest Eberhard. Quindi l’imprenditore ha assunto una posizione di leadership e ha iniziato a gestire personalmente la produzione al fine di sviluppare un veicolo che non avesse bisogno di combustibili fossili. È così che è apparsa la prima Tesla Roadster elettrica, rilasciata nel 2006.

Significato e storia

Tesla Logo Storia

Il marchio Tesla Motors è stato creato nel 2003 e prende il nome dal famoso fisico e inventore Nikola Tesla. Pochi anni dopo, Elon Musk ha rimosso la parola “Motors” dal nome, poiché la gamma di prodotti si è ampliata con pannelli solari, moduli fotovoltaici e batterie. Ora è una delle aziende più avanzate che si occupa dei temi dell’ottenimento di energia pulita.

Il rapido sviluppo non ha intaccato in alcun modo l’immagine dell’azienda: Tesla utilizza ancora il logo adottato nel 2003. Durante questo periodo, Musk è riuscito ad acquistare un nuovo dominio per 11 milioni di dollari, espandere la gamma di veicoli elettrici e implementare la rete Supercharger. Ma nessuno di questi eventi è stato un motivo convincente per l’azienda ad abbandonare il suo iconico simbolo “T”. È stato progettato da RO Studio, che ha creato il logo per Space Exploration Technologies Corporation.

Come ha ammesso Elon Musk, la società lo ha presentato a Franz von Holzhausen, l’uomo che ha lasciato Mazda e ha assunto il ruolo di capo progettista automobilistico di Tesla. È stato lui a perfezionare l’aspetto di tutte le auto elettriche e, ovviamente, a influenzare lo sviluppo del logo per la rivoluzionaria startup.

La prima versione conteneva non solo un elemento a forma di T, ma anche uno scudo araldico triangolare. La T stilizzata era al centro, proprio sotto il nome del marchio. Lo scudo bianco fungeva da sfondo, che dava all’immagine una forma chiusa. Nella versione finale, non c’è più e il marchio denominativo si trova sotto. Da allora, il design non è mai cambiato.

Emblema

I fan di Tesla hanno ipotizzato cosa potrebbe significare il suo logo. Alcune delle idee erano assurde. Ad esempio, un utente di Twitter ha chiesto a Elon Musk se la “T” fosse il naso di un gatto e ha ricevuto una risposta affermativa. Era uno scherzo del pesce d’aprile, ma molti ci credevano.

Per fugare ogni dubbio, l’inventore ha pubblicato un post in cui spiegava su cosa si basa la forma del logo. A quanto pare, non ha nulla a che fare con gatti o nasi: devi cercare una fonte di ispirazione nei prodotti Tesla. La “T” stilizzata somiglia esattamente alla sezione di un motore elettrico inventato dall ‘”omonimo” dell’azienda, il più grande scienziato Nikola Tesla. Naturalmente, gli esperti moderni hanno cambiato da tempo l’aspetto di un motore a induzione, ma il principio del suo funzionamento rimane lo stesso.

La striscia verticale rappresenta uno degli avvolgimenti che fuoriesce dal rotore, ei due archi orizzontali rappresentano lo statore. Quindi, “T” significa molto di più di una semplice lettera. È l’epitome del concetto distintivo di Tesla e un tributo al geniale ingegnere elettrico.

Carattere e colori

Considerando che la fantasia lettera “T” è stata creata a immagine e somiglianza degli elementi di un motore elettrico, non c’è dubbio sul carattere tipografico. I designer di RO Studio lo hanno fatto sembrare una parte dello statore e del rotore per abbinare il logo del produttore di auto elettriche. Il simbolo futuristico si inserisce perfettamente nel design delle auto. Il nome dell’azienda è scritto in caratteri insoliti che consistono in linee rette con estremità tagliate.

Entrambi i frammenti del logo sono dipinti in un colore aziendale chiamato Tesla Red. Nella tabella Hex si trova sotto il codice # cc0000. È una tonalità scura, ma abbastanza luminosa, creata appositamente per il produttore di veicoli innovativi.