Squarespace Logo

Squarespace Logo

Squarespace è una società Internet americana, una piattaforma di hosting e un costruttore di siti web. I suoi servizi includono la fornitura agli utenti di software specializzato, modelli già pronti per siti ed elementi per la creazione e la regolazione di pagine web. Esiste dal 2004, creato dallo studente Anthony Casalena. La sede si trova a New York City.

Significato e storia

Squarespace Logo Storia

Il logo e la risorsa Internet associata sono emersi quasi contemporaneamente. Ma all’inizio era solo un progetto studentesco, quando il futuro fondatore studiava all’Università del Maryland. Nel 2004 ha creato da solo un servizio di blog hosting. Per i primi due anni lo gestì autonomamente e ne fu l’unico dipendente.

Nel 2006, Anthony Casalena aveva guadagnato $ 1 milione se stesso. E a quel tempo, lo studente gestiva il servizio web direttamente dalla sua stanza del dormitorio. Nessun ufficio è stato nemmeno discusso. È apparso un po ‘più tardi. Nel 2010, il progetto si è già trasformato in una società e aveva 30 dipendenti, e nel 2015 – circa 550. È stato nel 2010 che è iniziata un’azienda a tutti gli effetti con il proprio logo e altri attributi di identificazione visiva.

È interessante notare che quando, dopo la costituzione della società, Anthony Casalena si è offerto di lanciare un servizio per la progettazione di loghi indipendenti, ha ricevuto dure critiche da designer professionisti. Sentivano che Squarespace stava deliberatamente minando la loro industria nel tentativo di distruggerla e trasformarla da artistica ad automatica.

Per l’intera esistenza del servizio web, ha avuto due emblemi ufficiali. Durante la riprogettazione, quasi non sono cambiati, il che non si può dire del primo – non ufficiale. L’icona è stata realizzata nei toni del verde, completata dal bianco e nero, con l’insolita scritta della lettera “Q”, la cui coda era al centro, non a destra.

2010 – 2018

Squarespace Logo 2010-2018

A prima vista, può sembrare che questo sia l’emblema più semplice. Tuttavia, non lo è. Contiene l’intero concetto, perché ogni elemento in esso è un collegamento nella “catena” che gli utenti sono abituati a vedere nell’icona standard “Collegamento ipertestuale”. Questa allegoria parla del core business dell’azienda: sviluppo di siti web e servizi di hosting.

Inoltre, una doppia “S” è crittografata nel logo. La lettera è formata da uno spazio negativo: è bianca e si trova tra tratti curvi scuri. Sulla destra c’è la parola maiuscola “Squarespace”. Il suo punto forte è il segno “Q” in un’ortografia insolita. La coda ha la forma di una breve linea, che fa sembrare che la “O” poggi sul tappo.

2018 – presente

Squarespace Logo 2018-oggi

La versione attuale è una copia quasi completa del primo logo. I progettisti hanno apportato solo alcune modifiche: hanno reso le lettere più spesse (hanno cambiato quelle sottili in grassetto) e hanno corretto l’ortografia “Q”. Ora soddisfa gli standard grammaticali, perché il tratto inferiore non attraversa il cerchio e non entra all’interno: è diventato molto più breve. Il lettering, come prima, è privo di serif: è nitido, chiaro e semplice, posto a destra dell’icona aziendale con linee curve.

Carattere e colori del logo

L’azienda ha scelto per sé un logo laconico, che, a prima vista, non ha nulla di complicato. Ma questa impressione inganna, perché il segno grafico è costituito da due spazi. Il primo presenta i tratti: curvi e semi-curvi. Nel secondo sono criptate le doppie “S”, che indicano la lettera iniziale del nome del servizio. Non sono mai state cambiate – solo la scritta è stata ridisegnata. Le linee che compongono la parola sono diventate molto più ampie. Inoltre, “Q” è stato modificato.

Durante la creazione del logo Squarespace, gli sviluppatori hanno scelto il font Gotham Book. È liscio, semplice, sminuzzato e facile da leggere. Di conseguenza, la parte di testo è idealmente combinata con la grafica, formando un’immagine equilibrata.

È simile nel colore: non ci sono elementi non necessari nello schema: c’è solo monocromatico di due toni opposti (bianco e nero). Contrastano bene, quindi lo spazio negativo nascosto nel logo è chiaramente visibile. Inoltre, vengono utilizzate entrambe le lettere scure su uno sfondo chiaro e viceversa, che dipende dall’ambiente.