Morgan Stanley Logo

Morgan Stanley Logo

Morgan Stanley ha sede a New York, ma il conglomerato finanziario non è limitato a un solo paese. Ha aperto uffici di rappresentanza in diverse parti del mondo ed è attualmente inserito nell’elenco delle banche di rilevanza sistemica. L’economia statunitense dipende dalla sua stabilità, quindi in caso di bancarotta riceverà immediata assistenza pubblica.

Significato e storia

Morgan Stanley Logo Storia

Morgan Stanley porta il cognome del nipote di John Pierpont Morgan I, Henry Morgan. Nonostante la somiglianza dei nomi, è un’organizzazione autonoma che non ha nulla a che fare con JPMorgan Chase. È apparso nel 1935 e fino al 2008 ha lavorato come banca d’investimento indipendente. Dopo la ristrutturazione Morgan Stanley è diventata un grande conglomerato finanziario. In precedenza, è riuscito a visitare una società per azioni pubblica (nel 1986) e fondersi con la società di intermediazione Dean Witter, Discover & Co. (nel 1997), che, tra l’altro, si occupava dell’emissione di carte bancarie.

Questa storia ricca di eventi si rifletteva nell’identità di Morgan Stanley: aveva almeno cinque loghi. Le versioni usate dal 1935 al 1997 appartengono al passato.

1997 – 2000

Morgan Stanley Dean Witter Logo 1997-2000

Nel 1997, la banca è diventata Morgan Stanley Dean Witter & Co. Ciò è avvenuto dopo una fusione con una società che forniva servizi di intermediazione. Allo stesso tempo, è apparso un nuovo emblema: un rettangolo blu con un’iscrizione bianca “MORGAN STANLEY DEAN WITTER”. Tutte le lettere erano in maiuscolo. Il carattere è corsivo antiquato.

2000 – 2001

Morgan Stanley Dean Witter Logo 2000-2001

L’istituto finanziario ha cambiato il proprio logo un anno prima della ridenominazione. I designer si sono sbarazzati della forma geometrica blu, hanno reso nera l’iscrizione e l’hanno divisa in due linee. Si è scoperto che la prima metà del nome era in alto e la seconda leggermente sotto. A sinistra è stata tracciata una linea verticale nera. Questa versione utilizzava un carattere sans serif piatto.

2001 – 2006

Morgan Stanley Logo 2001-2006

Nel 2001, il consiglio di amministrazione della banca ha deciso di restituire il vecchio nome Morgan Stanley per rendere il marchio più riconoscibile. Sull’emblema, i designer hanno combinato due parole: nero “MORGAN” e grigio chiaro “STANLEY”. Tra di loro c’era un piccolo triangolo bianco con una cornice blu.

2006 – presente

Morgan Stanley Logo 2006-oggi

L’ultima versione del logo è monocromatica: la scritta è completamente nera e non è completata da altri elementi. Gli sviluppatori non hanno cambiato il carattere, hanno solo corretto la forma delle lettere “g”, “a” e “l”.

Il marchio bicolore di Morgan Stanley contiene solo il nome del conglomerato finanziario. Non c’è nient’altro sopra: gli sviluppatori hanno rimosso anche quel piccolo triangolo che era in passato tra le parole. Tale minimalismo trasmette perfettamente la serietà e la stabilità dell’azienda.

Carattere e colori del logo

Il carattere delle lettere è una copia esatta di Trade Gothic Roman. È un carattere versatile e grottesco creato dal tipografo Jackson Burke nel 1948. Emula lo stile del XIX secolo ed è spesso utilizzato nei titoli dei giornali.

La palette, come già accennato, è limitata a due soli colori: il bianco e il nero. Il design monocromatico rappresenta Morgan Stanley come un’organizzazione responsabile e fondamentale.