Bitcoin Logo

Bitcoin Logo

Bitcoin è un sistema di pagamento peer-to-peer, nonché la sua unità di pagamento virtuale. Sono apparsi nel 2009 in Giappone, creati da zero da Satoshi Nakamoto.

Significato e storia

Bitcoin Logo Storia

Rispetto ad altre criptovalute, il bitcoin è il più richiesto e diffuso. Oggi è incluso negli standard Unicode con un proprio numero univoco ed è incluso nel logo originale, che è combinato di due parti: testo (nome del sistema) e grafica (simbolo BTC).

Ma prima che diventassero la base di un emblema autentico, subirono diverse modifiche separatamente. Ad esempio, inizialmente la designazione dell’unità di conto assomigliava al baht thailandese – la “B” maiuscola, incrociata verticalmente con una linea. Tuttavia, nel tempo, quando la comunità si è resa conto che si trattava di una criptovaluta stabile e affidabile, il suo segno ha iniziato ad assomigliare a una “B” con due linee verticali – come un dollaro. Anche in uso erano solo le lettere “BC” – abbreviazione di “bitcoin”.

Emblema

Quando il progetto iniziò a guadagnare popolarità e ad avere successo, la necessità dei propri simboli divenne più acuta. Inoltre, era necessario rappresentare qualcosa che non fosse simile a nessuno dei sistemi concorrenti virtuali. Fu allora che Satoshi Nakamoto presentò al mondo la prima versione del logo. Nel febbraio 2010, ha pubblicato lo sviluppo su BitcoinTalk e ha suggerito che 1 bitcoin corrisponde a 100 milioni di satoshi. Quindi i visitatori del forum hanno espresso le loro ipotesi al riguardo.

Di conseguenza, i partecipanti alla discussione sono giunti a un’opinione collettiva: il marchio deve soddisfare determinati criteri che non consentano ai truffatori di copiarlo e duplicarlo. All’inizio, la struttura di base dell’emblema BTC consisteva in tre elementi: un rettangolo, un piccolo cerchio e una linea curva. Successivamente, Nakamoto ha corretto il simbolo ufficiale aggiungendo due tratti verticali: trattini in alto e in basso. La versione attuale è stata creata da Bitboy.

Il segno numerico per il blocco “B” è la cifra otto (8). Una coppia di linee nella parte superiore e inferiore della lettera maiuscola dovrebbe essere associata al dollaro. Ma se guardi da vicino, noterai che il tratto sul badge è incompleto e differisce da quello del dollaro. In questo modo la grafica sembra che “B” sia sovrapposta a “$” e si sovrapponga ad essa. Questa tecnica ha un’interpretazione speciale: è ora di estromettere la vecchia valuta e sostituirla con una nuova: i bitcoin.

Font e colori

La scritta “bitcoin” nella parte di testo è obliqua, eseguita in lettere minuscole. Il carattere è liscio, sans serif. I simboli “i” hanno la stessa altezza di “t”, che ha metà della corsa orizzontale tagliata. Le parti superiori “b” e “t” sono tagliate ad angolo a sinistra e le estremità appuntite sono a destra. I tentativi iniziali di incorporare il segno distintivo BTC nel sistema Unicode sono falliti. Ma alla fine del 2015, bitcoin è stato ufficialmente registrato e ha ricevuto il suo simbolo.

Una tavolozza di criptovalute consiste in una combinazione di diversi colori. L’iscrizione può essere colorata di bianco o grigio, la designazione dell’unità di conto virtuale – solo in bianco, la moneta – in arancione, lo sfondo – in bianco o nero. La gamma giallo-arancio si percepisce naturalmente, perché associata alla lucentezza dell’oro.