Menu Chiudi

Mini Logo

Mini Logo

Mini è un marchio automobilistico con sede nel Regno Unito creato da Alec Issigonis e originariamente parte di BMC (British Motor Corporation). Ora appartiene alla preoccupazione tedesca BMW. Il marchio è stato fondato nel 1959, quando era usato per riferirsi alle piccole auto. Nel 1969, il dipartimento è diventato un’organizzazione legale indipendente, mantenendo il suo nome precedente.

Significato e storia

Mini Logo Storia

Questa casa automobilistica ha cambiato più volte di mano, cambiando involontariamente proprietari, ma mantenendo la sua identità originale. Così, nel 1966, il suo proprietario era una nuova società costituita in seguito all’acquisizione di diverse società da parte di BMC. La nuova struttura è stata denominata British Motor Holdings.

Quindi BMH si è fusa con lo stabilimento di Leyland Motors e divenne nota come British Leyland (Rover Group). Nel 1988 si sciolse e passò alla British Aerospace, successivamente acquisita dalla BMW (nel 1994). Dopo la scomparsa definitiva del Gruppo Rover nel 2000, il nuovo proprietario ha mantenuto il marchio Mini. Durante tutto questo tempo, il suo emblema non ha perso la sua originalità. L’evoluzione concettuale del logo è iniziata solo con BMW. Ha sei marchi in totale.

1959 – 1962

Mini Logo 1959-1962

Il logo di debutto presenta un’elica perché l’utilitaria è stata prodotta per la prima volta in diverse fabbriche, tra cui il produttore di aeromobili Morris Motors a Cowley, vicino a Oxford. I modelli che emersero da lì furono chiamati Morris Mini Minor e avevano un’etichetta a forma di elica di aereo. Successivamente, il collegamento al tema dell’aeromobile è stato preservato in tutti gli emblemi. Al centro c’è un doppio cerchio con uno stemma, che raffigura un toro e tre linee ondulate. In alto c’è la scritta Morris in grande carattere serif.

1962 – 1968

Mini Logo 1962-1968

All’inizio degli anni ’60 del secolo scorso, l’azienda ha stretto una collaborazione con il designer John Cooper, l’autore della famosa auto compatta Mini Cooper. Dopo il rilascio dell’auto, è stato immediatamente approvato un nuovo design dell’emblema con una scritta diversa. Al centro del cerchio, realizzato sotto forma di una corona di rami di alberi, c’è il nome della serie. Le grandi lettere allungate sono colorate di rosso. La parola “Mini” ha serif, “Cooper” no. A destra ea sinistra del disco ci sono quattro grandi linee di diverse lunghezze. Incarnano allo stesso tempo due elementi: la griglia del radiatore e le ali dell’aereo.

1968 – 1969

Mini Logo 1968-1969

Per un anno, il marchio ha cambiato il suo logo a colori in bianco e nero. Nello stile, assomiglia a una versione semplificata dell’emblema precedente, quindi la cosa più importante è stata preservata: la struttura. Ma alcuni dettagli sono scomparsi o sono stati sostituiti. Ad esempio, l’iscrizione è stata ridotta alla parola “Mini”, la corona di foglie è stata rimossa e dal triplo bordo rimangono solo due linee: chiara e scura. La parte centrale del badge è ora nera con un marchio bianco.

1969 – 2001

Mini Logo 1969-2001

Dopo che il marchio è passato a Leyland Motors (alias Rover Group), la serie di piccole auto è stata ufficialmente ribattezzata MINI. Parallelamente a questo, è apparso un emblema aggiornato. Consiste in uno scudo esagonale diviso in due parti: un fondo grigio e un top nero. In basso ci sono due rettangoli celesti tagliati obliquamente e spesse linee grigie lungo i bordi. Sopra è il nome dell’auto, presentato in bianco.

2001 – 2018

Mini Logo 2001-2018

Il nuovo proprietario (BMW) ha restituito al marchio il leggendario simbolo alato con un cerchio al centro. Inoltre, ha subito un ammodernamento per soddisfare i requisiti moderni. Il logo presenta un cerchio nero con finiture cromate. Da esso a destra ea sinistra si estendono le ali argentee dell’aereo. Hanno angoli acuti e un riempimento solido tra le strisce sporgenti. La sezione delle parole è composta da lettere sans serif con linee pulite e uniformi. Ciò rende l’emblema austero, elegante, riconoscibile, corrispondente al tema automobilistico.

2018 – oggi

Mini Logo 2018-oggi

La versione attuale utilizza un modello 2D: un segno piatto di identità visiva, semplificato e non sovraccarico di dettagli. Questo approccio è associato alla necessità di ottenere un logo semplice che abbia lo stesso aspetto dell’etichetta di un’auto, come simbolo legale del marchio e come elemento pubblicitario creativo. Per questo, i designer hanno rimosso il colore grigio, lasciando la classica combinazione di bianco e nero. Si sono concentrati sul nome del marchio e sulle ali.

Carattere e colori del logo

Mini Simbolo

Il logo originale ha subito un lungo processo di modernizzazione, ma è comunque tornato a forme semplici. Perché sono loro a trasmettere la cosa più importante per l’azienda automobilistica: libertà e velocità, riflesse nelle ali larghe. Il prototipo del logo moderno è la versione del 1968. È anche in bianco e nero e il più semplice possibile.

Nelle prime versioni, il testo era scritto in un carattere serif che ricorda il Copperplate FS Bold Condensed. Poi c’erano varianti tritate con lettere lisce e uniformi. Hanno qualcosa in comune con Barnaul Grotesk Extra Bold e Motiva Sans ExtraBold. Attualmente viene utilizzato un font appositamente progettato chiamato MINI Serif.

Logo della Mini

La tavolozza aziendale è monocromatica e si compone di bianco e nero. Ma prima, il logo presentava anche altri colori: rosso, verde e diverse sfumature di grigio.