Linkedin Logo

Linkedin Logo

Linkedin è un social network e una piattaforma americani per i contatti commerciali. Formata da un gruppo di individui: Reid Hoffman, Konstantin Guericke, Jean-Luc Vailant, Allen Blue ed Eric Ly. Esiste dal 2002. Situato a Mountain View, in California.

Significato e storia

Linkedin Logo Storia

Ufficialmente, la carriera di questa azienda e del suo logo è iniziata alla fine del 2002, ma in realtà il servizio ha iniziato a funzionare nella primavera del 2003. Nella prima metà del 2011, ha presentato domanda per una IPO e per l’estate ha ricevuto la registrazione alla Borsa di New York. Nel gennaio 2017 divenne proprietà di Microsoft, che lo acquistò. Tutti i periodi chiave nello sviluppo della piattaforma di affiliazione si riflettono nel simbolismo.

L’emblema della società è apparso immediatamente al momento dell’apertura ed è moderno. Nel corso degli anni della sua esistenza, è cambiato due volte, ma molto leggermente, rimanendo lo stesso com’era all’inizio. Consiste nella parola “Linked” e nella preposizione “In”. Tra loro c’è uno spazio appena percettibile, che fa sembrare gli elementi fusi.

2003-2011

Linkedin Logo 2003–2011

La versione di debutto è stata creata in uno stile di lavoro: business, pratico, senza fronzoli, che si mette subito di buon umore. La prima metà dell’immagine è la parola “Linked”, realizzata in varietà dei caratteri Source Sans: Light e Semi-bold. Lettere minuscole (tranne quella iniziale), nero, sans-serif. Le gambe “k” e “d” coincidono in altezza con un punto sopra “i” e con una “L” maiuscola.

L’elemento in è alla fine. È collocato in un quadrato blu separato con angoli arrotondati. A differenza del resto, ha un colore bianco, che si distingue chiaramente su uno sfondo di cobalto. Viene utilizzato come emblema separato quando diventa necessario posizionarlo in uno spazio limitato.

2011-2019

Linkedin Logo 2011–2019

Dopo otto anni di esistenza del logo, i proprietari hanno deciso di eseguire una piccola riprogettazione. È dovuto al fatto che il sito ha ricevuto la registrazione IPO alla Borsa di New York. Per rendere il segno più leggibile, i progettisti hanno leggermente esteso le lettere – quasi un paio di millimetri, quindi le differenze non colpiscono immediatamente l’occhio. Inoltre, hanno lavorato con “e”, dandogli personalità: la parte inferiore è stata fatta superiore e ha piegato la gamba.

2019-presente

Linkedin Logo 2019–....

Due anni dopo essere diventato subordinato a Microsoft, la società ha ricevuto un logo aggiornato. Le modifiche hanno toccato la tavolozza aziendale, motivo per cui il segno appare monocromatico e allo stesso tempo contrastante. Il fatto è che i designer hanno trasferito il colore principale nella prima parte della parola, quindi ora è blu su sfondo bianco. Mentre il secondo segmento, al contrario, è realizzato in caratteri bianchi su blu. In questo modo, i nuovi proprietari hanno sottolineato l’individualità del servizio.

Emblema

Tutte e tre le varianti usano il font Source Sans con varietà di Light e Semi-bold, che indica la stabilità del sito professionale. Ognuno di essi viene applicato in modo situazionale e dipende dalla posizione del logo.

L’elemento base dell’identificazione visiva del simbolismo è il colore. Si basa su una tinta blu chiamata LinkedIn Blue. Si ritiene che questa scelta sia stata dettata dalla tendenza, perché a quel tempo Facebook ha iniziato a lavorare in una tavolozza simile. La prossima versione dell’origine è legata a uno dei fondatori della piattaforma LinkedIn: era un top manager di PayPal, quindi ha scelto lo stesso colore dell’emblema del sistema monetario.

Carattere e colori

La scritta del logo LinkedIn può essere in uno dei due tipi di carattere: Source Sans Pro-Light o Source Sans Pro-Semibold. Esteriormente, sono più o meno gli stessi: si tratta di caratteri sans serif con rigorose forme geometriche delle lettere. Entrambe le versioni sono state progettate dal tipografo Paul D. Hunt.

Il colore utilizzato nel logo si chiama LinkedIn Blue (# 0077B5). In precedenza, era combinato con il nero, ma nel 2019 i designer hanno semplificato la tavolozza e lasciato solo la tonalità del blu. Il bianco è presentato come optional.