KTM Logo

KTM LogoKTM è il più grande marchio di motociclette fondato nel 1934. È iniziato come una piccola officina di metallo, che gradualmente si è trasformato in un gigante dei trasporti sotto la guida del fondatore Hans Trunkenpolz. L’azienda è passata alla produzione di motociclette e supercar nel 1954. Oggi possiede diverse filiali e le sue sedi e sedi principali si trovano a Mattighofen (Austria).

Significato e storia

KTM Logo Storia

L’emblema della casa automobilistica e motociclistica è stato sviluppato nel 1953, contemporaneamente ai piani per espandere la gamma. Il marchio si basa sul nome abbreviato dell’azienda – KTM, dal tedesco Kraftfahrzeuge Trunkenpolz Mattighofen (Kronreif Trunkenpolz Mattighofen). Dal momento della sua comparsa ai giorni nostri, è cambiato nove volte, ma ne ha sempre rappresentato l’abbreviazione.

1953 – 1954

Il logo di debutto consisteva in una tigre che passava attraverso un anello con le lettere “KTM” su di esso. Sebbene questa opzione non sia stata ufficialmente approvata, ha svolto un ruolo significativo nella storia degli emblemi dell’azienda e spiega come l’abbreviazione e il cerchio si relazionano in altre versioni. Il fatto è che un anello è un simbolo polisemantico che denota una parte interna, una ruota e un movimento. E la tigre simboleggia potere ed energia.

1954 – 1958

Il logo ufficiale è stato approvato nell’anno in cui il workshop è stato rilanciato come grande azienda. Il nome del marchio presenta un ovale arancione con una scritta blu navy al centro e un semicerchio per indicare una svolta brusca.

1958 – 1962

Nel 1958, i designer hanno proposto un’altra opzione: minimalista. Ha solo lettere nere su sfondo bianco, circondate da una sottile linea scura. L’abbreviazione è leggermente corsiva, obliqua, ma lo stile di scrittura è rigoroso, geometrico, con una “T” alta che sporge. Questa versione è servita da modello per tutti i successivi cambiamenti nell’identità visiva del marchio.

1962 – 1978

Il colore appariva nell’emblema di quel periodo. Inoltre, questi sono nuovi colori che non erano sui primi loghi: una combinazione di blu e bianco. La forma ovale del segno è rimasta invariata, ma le lettere sono state corrette. Ora sono più spessi, più chiari e collegati nella parte inferiore.

1978 – 1989

Nel 1978 fu intrapresa una piccola riprogettazione. Di conseguenza, un’iscrizione tozza è apparsa nell’emblema su uno sfondo blu scuro – in un ovale allungato con doppio bordo. Con stile, questa opzione sembra più rigorosa delle precedenti.

1989 – 1992

Il 1989 ha portato un cambiamento radicale. Gli sviluppatori hanno rimosso la cornice e l’ovale, lasciando aperta l’abbreviazione. Le lettere sono ora blu, la testa “T” è allungata e copre le adiacenti “K” e “M” al centro. Sotto il nome dell’azienda è apparso lo slogan “Fun in Motion”, scritto in rosso. A sinistra dell’abbreviazione, c’è un segno grafico a forma di semicerchio, allineato con molte sottili strisce blu-rosse.

L’emblema era un semicerchio tagliato in molte linee sottili ed era bicolore, che rifletteva lo stile della scritta con una parte superiore blu e una parte inferiore rossa.

1992 – 1996

I cambiamenti di quel tempo interessarono solo il motto: fu sostituito dalla parola “Moto”. Questo è stato fatto per indicare la gamma di prodotti da produrre.

1996 – 1999

Nel 1996, il marchio ha ricevuto un logo nel suo colore di debutto: arancione. Inoltre, questa versione è diventata di nuovo minimalista, perché lo slogan e il segno grafico sono scomparsi da essa. Ora è un semplice acronimo su sfondo bianco. Come concepito dai designer, esprime l’energia e il dinamismo del produttore.

1999 – 2003

Si è verificato un altro cambio di colore: ora le lettere sono nere. E arancione spostato in basso, che consiste nella parola “Sportmotorcycles”.

2003 – presente

Il logo attuale è una ripetizione identica del precedente, ma senza scritte aggiuntive.

Carattere e colori del logo

L’elemento base dell’identità visiva di un marchio è il lettering, quindi è stata utilizzata poca grafica. Rappresenta un ovale o un semicerchio, a seconda dell’anno in cui è apparso il logo.

In tutte le versioni, ad eccezione delle prime due, le iscrizioni sono realizzate con un carattere rigoroso e individuale. Lettere maiuscole, lisce, sans serif, con spigoli vivi. Gli emblemi riflettono i colori aziendali dell’azienda: arancione, blu, nero, rosso e bianco.