Menu Chiudi

Kia Logo

Kia Logo

Il marchio sudcoreano Kia non è sempre stato un’auto. Il suo creatore, Kim Chul Ho, ha iniziato a produrre noci. Pochi anni dopo, nel 1944, fonda un’azienda di componenti per biciclette. La produzione di tubi metallici è diventata una parte importante dell’attività. Nel 1952 l’azienda presentò la sua prima bicicletta e un anno dopo fu ribattezzata Kia Industries. Nel 1960 la fabbrica ha prodotto l’autocarro con la licenza Mazda. La prima linea di autovetture Kia Brisa apparve molto più tardi, nel 1974.

Significato e storia

Kia Logo Storia

Il nome del marchio moderno è semplice ma pieno di significato. È composto da due geroglifici: “ki” (indica il movimento verso l’alto, l’inizio di un’azione continua) e “a” (casa, Asia). In un certo senso, può essere decifrato come “originario dell’Asia”.

Prima di vedere il potenziale dell’industria automobilistica, l’azienda ha utilizzato molti loghi diversi che variavano per colore e design. Cambiamenti significativi di identità sono avvenuti nel 1994, quando Kia ha acquisito il famoso simbolo della lettera nell’ovale. Nel tempo è stato modificato e del tutto scomparso, lasciando il posto a un segno verbale minimalista e astratto.

1953 – 1964

Kia Motors Logo 1953-1964

Nel 1953 Kyungsung Precision Industry divenne Kia Industries. Ciò non ha avuto quasi alcun impatto sulla gamma: ha continuato a produrre parti di biciclette ed è passata alla produzione di motociclette per Honda solo quattro anni dopo. Ma il rebranding si è riflesso nel logo. Presentava una complessa composizione geometrica composta da molti poligoni, inclusi quadrati, rettangoli, triangoli e rombi. Il pezzo centrale, un cerchio con punti rettangolari, sembrava una ruota dentata. Dentro c’era la parola “KIA”.

1964 – 1986

Kia Motors Logo 1964-1986

Nel 1964 l’iscrizione scompare e l’emblema assume una forma semplificata. Era un cerchio verde con una smussatura in alto a destra, come una Q rovesciata. Assomigliava al distintivo “K” stilizzato usato sui veicoli venduti solo in Corea del Sud.

1986 – 1994

Kia Motors Logo 1986-1994

Nel 1986 l’azienda torna nel settore automobilistico. Ciò è accaduto dopo una pausa forzata, poiché il dittatore Chun Doo-hwan ha vietato la produzione di autovetture nel 1981. La prima vettura della nuova era è stata la Kia Pride, commissionata da Ford e Mazda. Poco conosciuta all’epoca, Kia Motors era considerata una forza lavoro a basso costo, ma gli fu concesso il diritto di esportare Pride con il proprio marchio. Tuttavia, a causa dello status di appaltatore, l’azienda utilizzava un logo che lo rappresentava come una fabbrica di tubi in acciaio. L’iscrizione era stilizzata come una fabbrica: la lettera “K” aveva la forma di un camino e sopra la “ia” c’era una linea ondulata blu a forma di nuvole di fumo.

1994 – 2012

Kia Motors Logo 1994-2012

Nel 1994 l’azienda ha ampliato la propria gamma con il SUV Sportage e l’auto familiare Mentor. L’emblema raffigurante la fabbrica è apparso brevemente al centro dell’ovale rosso, ma è stato poi sostituito dalla scritta “KIA”. In particolare, alla “A” mancava una traversa, quindi la lettera sembrava un simbolo delta incompiuto. Sulle auto, il pavimento e il telaio attorno all’ovale erano cromati e l’interno era bordeaux. Uno sfondo bianco è stato utilizzato nei documenti e nei materiali promozionali, mentre il nome e la struttura dell’azienda erano rossi.

2012 – 2021

Kia Motors Logo 2012-2021

Dopo che Hyundai ha salvato Kia dalla bancarotta, il logo è cambiato leggermente di nuovo. Il badge sui veicoli Sorento 4×4 e Picanto ha uno sfondo grigio scuro. L’emblema ufficiale rimane lo stesso di prima, ma il colore rosso è diventato notevolmente più luminoso.

2021 – oggi

Kia Logo 2021-oggi

In previsione del veicolo elettrico ammiraglia previsto per il 2021, l’azienda ha adottato un nuovo logo disegnato dall’agenzia tedesca. Questo è diventato noto alla fine del 2019, quando Kia ha brevettato il simbolo sotto forma di lettere consecutive “K”, “I” e “A”. Un badge in stile simile visto sulla concept car Imagined all’inizio della primavera 2019.

La presentazione ufficiale del logo è avvenuta nel gennaio 2021 nel cielo sopra la città di Incheon. La compagnia ha tenuto una grande festa in questa occasione e ha stabilito un nuovo record mondiale utilizzando il numero massimo di droni in uno spettacolo pirotecnico, scatenando fuochi d’artificio allo stesso tempo. Molte luci si sono formate nella scritta “KIA” e poi nel nuovo motto “Movimento che ispira”.

Carattere e colori del logo

Kia Simbolo

L’ultimo cambio di simbolo è programmato per coincidere con l’adozione della strategia aziendale di Plan S. La sua essenza sta nel fatto che Kia sta gradualmente passando alla produzione di veicoli elettrici. Pertanto, l’emblema del marchio appare ambizioso e moderno: le linee verso l’alto rappresentano la crescita e la simmetria mostra la risolutezza. Un marchio denominativo ha un ritmo specifico: sembra un grafico di una frequenza cardiaca o un’onda, che corrisponde all’idea di movimento.

Il nome dell’azienda è stilizzato come una firma scritta a mano, per la quale i designer hanno utilizzato un carattere del proprio design. Tutte e tre le lettere sono collegate insieme, con la maggior parte delle linee che corrono in parallelo. “A” è in corsivo. Lei, come prima, non ha la traversa. La nuova tipografia rende le scritte simili all’iconico verme della NASA degli anni ’80. Ma Kia pone l’accento su angoli acuti e assenza di curve, a differenza del vecchio logo della NASA.

Logo della Kia

Dopo la riprogettazione, il tradizionale colore rosso è cambiato in nero. Secondo i documenti, su uno sfondo scuro, la parola “KIA” potrebbe essere bianca. Una semplice tavolozza è un’altra manifestazione del minimalismo insieme alla forma bidimensionale.