Menu Chiudi

Jeep Logo

Jeep Logo

Jeep è un leggendario marchio americano, per il quale diverse aziende hanno combattuto per i diritti. Nonostante le polemiche, il suo primo creatore fu American Bantam, soppiantato da concorrenti più forti. In particolare, questo modello di auto è stato progettato dall’ingegnere progettista Karl Probst nel 1941, che ha richiesto circa 5 giorni. Poi, nel 1943, un’altra casa automobilistica iniziò a richiedere la registrazione di questo marchio. Stiamo parlando dell’azienda Willys-Overland, che nel 1945 riuscì ad assicurarsela, nonostante anni di proteste da parte di altre case automobilistiche. Il marchio fa ora parte della società Stellantis, che include Chrysler, la società che lo ha acquistato nel 1987. La sede centrale si trova a Toledo, Ohio.

Significato e storia

Jeep Logo Storia

Il marchio è iniziato con un contratto tra l’esercito americano e Bantam. Per risolvere i problemi militari durante la seconda guerra mondiale, aveva bisogno di un veicolo a quattro ruote motrici leggero, maneggevole e del peso di non più di un quarto di tonnellata. L’ordine è stato ricevuto immediatamente per 70 SUV esperti. L’ingegnere capo dell’impianto, Karl Probst, ha assunto il lavoro. In meno di 5 giorni ha presentato alla direzione l’opzione desiderata. Era la stessa bozza di design che l’intero mondo moderno conosce come Jeep. I militari hanno concesso al produttore solo 49 giorni per creare e assemblare i veicoli.

La serie di prove comprendeva due lotti: il primo era una cavità di prova, il secondo è stato rivisto e modificato. Dopo le condizioni sul campo, l’azienda ha apportato ulteriori modifiche al design e ha immediatamente firmato un contratto per la fornitura di 1.500 modelli delle forze armate americane, chiamati Bantam BRC40. Alla fine del 1941, aveva prodotto 2.605 unità di tali apparecchiature.

Ai militari è piaciuto così tanto il design di successo della jeep che, senza chiedere il consenso dello sviluppatore e del produttore (American Bantam), hanno consegnato i disegni al suo principale concorrente, Willys-Overland. Successivamente fecero lo stesso con i suoi bozzetti di lavoro, consegnandoli ad un’altra casa automobilistica (Ford Motor), con la quale firmarono un accordo nel 1942 per assemblare automobili su larga scala. Willys in seguito ha richiesto i diritti sul marchio Jeep, che fino ad allora era solo un termine militare. Questo era il termine gergale per reclute e nuovi veicoli. Esistono molte altre versioni dell’origine di questo nome, ma sono improbabili.

Durante il procedimento di registrazione, la sentenza originaria era favorevole a Bantam. La FTC ha quindi vietato a Willys-Overland di affermare di aver progettato e costruito la Jeep. Ma nel 1945, l’azienda stessa iniziò a produrre veicoli leggeri a trazione integrale con il marchio Civilian Jeep (CJ). E nel 1946 ricevette il diritto ufficiale al nome Jeep. Rimanendo l’unica azienda ad assemblare queste vetture nel dopoguerra, divenne proprietaria di questo marchio nel 1950.

Nel corso degli anni, il marchio ha avuto diverse versioni di emblemi personali e tutti sono associati a eventi attorno a questo veicolo a quattro ruote motrici. Anche il contenzioso tra Willys MA, Bantam BRC e Ford GPW, che rivendicava il marchio, non è passato inosservato.

1941 – 1945

Jeep Logo 1941-1945

Il logo risale a quell’epoca, dove venivano uniti i nomi di tutte e tre le aziende, dove i militari si giravano per creare un SUV leggero. Tutte le aziende avevano progetti e ognuna ha contribuito a loro. Pertanto, sotto la grande parola rossa “Jeep” era scritto “WILLYS. BANTAM. FORD”. Le case automobilistiche sono state elencate nell’ordine in cui sono state contattate dalle forze armate americane. La prima azienda ha progettato l’auto da zero, la seconda ha apportato alcune modifiche ai disegni, la terza ha lanciato l’auto per l’assemblaggio di massa. Le parole erano separate da punti, non in fondo, ma nel mezzo.

1945 – 1963

Jeep Logo 1945-1963

Dal 1945 lo stemma è stato semplificato sia nel numero di elementi che nei colori. I designer hanno rimosso i nomi delle aziende che rivendicavano il copyright e hanno ridipinto la parola “Jeep” in nero. Inoltre, hanno ingrandito la didascalia, cambiato il carattere e aggiunto un tratto obliquo all’inizio e alla fine del testo, indicando le virgolette. Le lettere sono state convertite in minuscolo (tranne la prima) e in grazie (tutte tranne la “e”).

1963 – 1970

Jeep Logo 1963-1970

Nel 1963, il marchio automobilistico ha approvato un altro logo, in cui gli sviluppatori hanno introdotto nuovi elementi. Quindi, ha ottenuto uno sfondo, una cornice e un colore. Un cerchio con un bordo metallizzato fungeva da base. Ciò era dovuto al fatto che i designer hanno realizzato il bordo con luci e ombre, che hanno portato all’effetto del volume con un riflesso specchiato.

La parte interna del disco era allineata in cinque parti: un rettangolo orizzontale al centro e quattro triangoli con un bordo esterno arrotondato. Due forme geometriche erano verde oliva, due erano rosso pastello. Il nome del marchio è stato posizionato al centro, sulla striscia bianca. La parola era tinta d’oliva.

1970 – oggi

Jeep Logo 1970-oggi

Il 1970 ha portato un nuovo carattere tipografico: elegante, aerodinamico, sans serif. Gli sviluppatori hanno scelto Neue Haas Grotesk e hanno reso le scritte nere. Da quel momento, il carattere non è mai cambiato, quindi la parola “Jeep” ha ancora un’ortografia unificata.

1970 – 1987

Jeep Logo 1970-1987

I designer hanno aggiunto un’icona al lettering esistente, che consisteva in due forme geometriche: un triangolo rosso posto ad angolo acuto e un rettangolo blu posto verticalmente. Secondo il concetto, hanno indicato graficamente le lettere “JP” – una versione abbreviata della parola “jeep”.

1987 – 1993

Jeep Logo 1987-1993

Usando l’iscrizione precedente, i designer hanno creato un emblema visivamente diverso basato su di esso. Hanno cambiato il colore del carattere da nero a bianco, hanno aggiunto una sottile stella a cinque punte e hanno posizionato tutto in un quadrato scuro e arrotondato. La stella, inoltre, ricorda nella forma un segno geometrico, costituito da cinque spigoli, due dei quali formano in alto un angolo ottuso. Il pentagono è il simbolo distintivo di Chrysler.

1993 – oggi

Jeep Logo 1993-oggi

Il logo attuale è costituito dal nome del marchio automobilistico, realizzato nello stile approvato nel 1970. La grande iscrizione è dipinta in verde oliva scuro ed è posta su uno sfondo bianco.

Carattere e colori del logo

Jeep Simbolo

L’identità del marchio è direttamente correlata al suo nome. È presente in tutte le varianti del logo. Inoltre, il suo stile è cambiato una volta, quando i designer hanno proposto un carattere grottesco.

Austero e semplice, l’emblema Jeep presenta caratteri tritati con caratteri classici, linee audaci e contorni puliti. Il carattere è simile a varianti come Europa Grotesk SH SemiBold, Sequel Sans VF Heavy e Helvetica Bold. Ma in realtà è Neue Haas Grotesk Black, introdotto nel 1970.

Logo della Jeep

La tavolozza originale è solida e sobria. Consiste in una combinazione di bianco e nero o oliva. Nel 1963-1970, il logo utilizzava anche i colori rosso pastello, grafite e argento.