Jagermeister Logo

Jagermeister Logo

Jagermeister è un marchio per una tintura al 35% a base di 56 erbe. Viene prodotto dal 1934 nello stabilimento Mast-Jägermeister SE, aperto nel 1878 a Wolfenbüttel (Germania). Il liquore è uno sviluppo individuale e appartiene alla categoria degli amari. Dal 1970, il prodotto di marca è stato esportato e fornito in dozzine di paesi, quindi la questione dell’identificazione visiva è estremamente importante per questo.

Significato e storia

Jagermeister Logo Storia

Il progenitore della bevanda alcolica è Kurt Mast, che l’ha sviluppata come una farmacia che migliora la digestione. La ricetta esatta del liquore è un segreto di produzione e non è stata divulgata. Si sa solo che le croste, le radici, i fiori, le foglie e altre parti delle piante vengono riempite con un prodotto alcolico e messe in infusione in botti di legno di rovere per circa un anno. Quindi il contenuto viene scolato, filtrato e tappato in bottiglie con etichette originali.

Raffigurano la testa e il potente busto di un cervo con un incrocio tra le corna. È questo disegno l’emblema di una bevanda forte. È proposto da Kurt Mast ed è dedicato a St. Hubert, il santo patrono di tutti i cacciatori. E la storia dell’origine del logo originale è associata all’antica leggenda del monaco cacciatore, l’ex conte Hubert Liegi.

Una volta, mentre si trovava nella foresta di Natale, vide un grande cervo con una croce luminosa tra le corna. Questo evento influenzò molto l’avido cacciatore: lo considerava un segno di Dio e prese i voti monastici, lasciando il trambusto mondano. Nel monastero, a cui donò tutta la sua fortuna, il conte morì e fu canonizzato. Da allora Hubert Liegi è considerato il santo patrono della caccia e dei cacciatori.

Poiché il liquore si chiama Jagermeister ed è dedicato proprio a questo argomento, si è subito deciso di associarlo all’immagine di St. Hubert, oltre che ad una visione unica. Di conseguenza, un evento religioso di lunga data ha dato il nome e il logo al marchio di bevande forti.

1937 – 1949

L’emblema approvato (infatti, è un’etichetta di bottiglia) è costituito dai principali valori spirituali dell’azienda: un cervo, un incrocio tra le sue grandi corna e un bagliore che proviene da un santuario cristiano. L’animale è mostrato in primo piano, a faccia piena. Guarda avanti con concentrazione. Tutti gli elementi di base sono posizionati su uno sfondo circolare marrone. La prima riga contiene il nome del marchio e chiarimenti informativi sul prodotto fabbricato: volume, percentuale di alcol, varietà, produttore, anno di fondazione dell’impresa. Ogni etichetta ha un campo separato. Di fronte al cervo c’è un ramo verde di una conifera – come collegamento al Natale.

1949 – 1970

A metà del 20 ° secolo, il produttore ha effettuato una riprogettazione, rimuovendo alcuni dettagli dal logo. Anche la versione semplificata sembra un rettangolo verticale con un cervo al centro. Ma a differenza dell’immagine precedente, l’animale non è disegnato in modo così realistico. I progettisti hanno reso la croce più piccola, hanno dato contorni chiari al bagliore, hanno aggiunto la quercia al ramo di abete rosso e hanno sostituito il colore verde con beige chiaro. Lo sfondo marrone scuro era circondato da un anello d’oro. In generale, tutti gli elementi sono diventati più simmetrici. L’unica cosa che non è stata modificata è un sottofondo arancione per il nome del marchio e una striscia di bordo verde.

1970 – 1987

Le modifiche apportate sono state minime. Gli sviluppatori hanno reso il colore dorato grigio chiaro, ridotto la luminosità dei colori e aggiunto etichette informative in basso.

1987 – 2002

In questa versione, il contenuto e la posizione del testo sono cambiati: invece di tre righe, ne sono apparse due e l’indicazione del volume della bottiglia è stata spostata nell’angolo inferiore sinistro.

2002 – 2006

Questa volta, i designer hanno riorganizzato quasi tutti gli elementi, arrotondando la parte superiore del rettangolo. Hanno anche rimosso il nastro stretto marrone-arancio dal logo, spostato il nome del marchio sopra e ridotto il cerchio con il cervo. Inoltre, gli sviluppatori hanno illuminato la croce e hanno rimosso le strisce bianche attorno ad essa sullo sfondo grigio, corretto le etichette informative, suddividendole in sei righe. Una sfumatura è stata aggiunta al bordo verde.

2011 – 2016

Nel 2011 è stata scelta l’opzione con foglie dettagliate e aghi di abete rosso sui rami. Il colore del logo è diventato più tenue.

2016 – presente

L’attuale stemma è stato rimodellato e ora si presenta nuovamente come un rettangolo verticale con angoli arrotondati. Invece di un cerchio marrone, è apparso un verde con una sfumatura, che crea l’effetto di un bagliore luminoso dalla croce. Inoltre, gli artisti hanno ridisegnato il cervo: l’hanno reso un po ‘più grande, così le corna ramificate toccano l’anello d’oro. Anche il design delle informazioni è stato modificato, che occupa tutto lo spazio dal centro verso il basso. Il tocco finale del logo è una striscia di bordatura scura lungo l’intero perimetro del rettangolo esteso verso l’alto.

Emblema

Il marchio del leggendario liquore apparve nel 1937. Consiste di diversi elementi. Il più importante è un cervo con corna ramificate. Si trova al centro e una grande croce cattolica brilla sopra la sua testa. Il bagliore è realizzato sotto forma di un cerchio nebbioso evidenziato in un colore diverso.

Il cervo è in vista frontale e guarda dritto davanti a sé. Sull’emblema di debutto, l’animale è raffigurato in dettaglio, con un disegno vicino all’aspetto naturale di un artiodattilo. In primo piano c’è un ramo di abete rosso, che indica una foresta e un tema natalizio. Nelle versioni successive, le gambe in abete sono realizzate a forma di mezza corona.

Quasi al centro del logo c’è un’ampia striscia rossa, dove è scritto il nome della bevanda, del produttore e del marchio, così come altre informazioni di marketing. Le modifiche apportate nel 1947 si riflettevano nell’immagine del cervo. In particolare, la nebulosa luminosa ha ricevuto un contorno preciso. Ci sono stati alcuni cambiamenti in più che hanno riguardato dettagli minori, quindi l’emblema del liquore di marca sembra esattamente lo stesso oggi come all’inizio. Le ultime modifiche sono state apportate nel 2011.

Carattere e colori

Il nome è scritto in stile gotico con un carattere tipografico contenente elementi di Wilhelm Klingspor Gotisch, KochFraktur-Regular e Deutsche Schrift Schmal. La combinazione di colori del marchio include diverse tonalità di marrone, beige, verde, bianco e rosso.