Google Logo

Google Logo

Google Logo PNG

Google è una società americana che esiste dal 1998 e fa parte di Alphabet Inc. Si occupa di ricerca su Internet, tecnologia pubblicitaria e cloud computing. Il suo prodotto principale è un motore di ricerca multilingue che fornisce un rapido accesso alle informazioni di interesse. Esistono anche una serie di strumenti e servizi non correlati al motore di ricerca: auricolare Google Glass, sistema operativo Google Chrome OS e Android, Hangouts Messenger, editor grafico Picasa, browser Google Chrome, social network Google+ e webmail Gmail.

Significato e storia

Google Logo Storia

L’evoluzione del logo di Google

Un grande contributo allo sviluppo del logo è stato dato da Ruth Kedar, artista e professoressa part-time alla Leland Stanford Junior University, dove hanno studiato i creatori di Google: Sergey Brin e Larry Page. Tuttavia, si è basata su un concetto già esistente di design del colore e ha semplicemente dato alla scritta colorata una nuova forma, in modo che il suo merito risieda solo nell’interpretazione riuscita dell’emblema.

1995 – 1997

Il primo logo riflette il vecchio nome di Google: BackRub. È dedicato alla pratica popolare di ottenere backlink in quel momento per aumentare il traffico del sito web. La parola è scritta in grassetto rosso sans serif. Il carattere ricorda vagamente Impart Family e PF Fusion Sans Pro Black. Nella versione completa, c’è una mano fotografata sullo sfondo che tocca una superficie piatta che sembra una schiena nuda.

1997 – 1998

Due anni dopo, BackRub è stato ribattezzato Google, che si rifletteva nel suo logo. Il nuovo nome deriva dal termine matematico googol, che significa dieci seguito da cento zeri. Come risultato del rebranding, è apparso un logo con lettere rimbalzanti multicolori. La scritta era appiattita e sembrava divertente, ma potrebbe diventare iconica. È stato utilizzato in versione beta quando Google esisteva solo come progetto pilota per gli studenti della Leland Stanford Junior University.

1998

Google è stata costituita nel 1998. Lo stesso anno, un nuovo logo è stato creato utilizzando il carattere Baskerville Bold. I designer hanno rivisitato lo schema dei colori, colorando le lettere in verde (“G” e “l” maiuscola), rosso (prima “o” ed “e”), giallo (seconda “o”) e blu (“g” minuscola). Si dice che questo logo sia stato modellato nel programma GIMP. La questione su chi sia il suo creatore rimane aperta: alcune fonti sostengono che si tratti di Sergey Brin, altre ne attribuiscono la paternità a Larry Page.

1998 – 1999

Il primo emblema, adottato nel settembre 1998, durò poco. Già in ottobre è stata sostituita da una versione modernizzata con una “G” maiuscola blu e un punto esclamativo alla fine della parola. Le transizioni dei gradienti e le ombre sono più pronunciate, rendendo le lettere tridimensionali. Il punto esclamativo doveva probabilmente fare in modo che il logo di Google assomigliasse al simbolo di Yahoo!, perché queste aziende competevano su tutto, inclusa l’identità aziendale.

1999 – 2013

Da maggio 1999 a settembre 2013, è stato utilizzato un emblema semplificato con caratteri bidimensionali senza il segno di punteggiatura “!”. I designer hanno optato per un nuovo carattere tipografico Catull BQ, creato nel 1982 dall’artista Gustav Jager per la Berthold Type Foundry. Il carattere tipografico era caratterizzato da elementi obliqui di lettere e serif ricci, stilizzati in stile antico.

1999 – 2010

Nel maggio 1999 è apparso un altro logo, questa volta con un design 3D. È stato utilizzato come simbolo ufficiale di Google fino a maggio 2010. È stato sviluppato da Ruth Kedar, che Sergey Brin e Larry Page hanno incontrato tramite un amico comune. Ha offerto diverse versioni con caratteri Adobe Garamond e Catull, lente d’ingrandimento, o intrecciate e forme complesse multicomponenti. Ma i proprietari dell’azienda hanno scelto una versione minimalista, più vicina all’originale.

2010 – 2013

Nel 2010, il design proposto da Ruth Kedar è stato ridisegnato. Il carattere è rimasto lo stesso: sono stati modificati solo i dettagli. Le ombre pronunciate sono scomparse, l’intensità del gradiente è diminuita, la “o” gialla ha acquisito una sfumatura arancione.

2013 – 2015

Il successivo aggiornamento del logo è avvenuto nell’ottobre 2013. Gli sviluppatori hanno reso l’iscrizione bidimensionale e hanno adattato la forma dei serif in modo che non fossero nitidi come prima. Si presumeva che un tale marchio dovesse apparire armoniosamente con i servizi Google apparsi di recente e allo stesso tempo essere combinato con lo stile Material Design.

2015 – presente

Nel 2015 l’azienda ha introdotto un logo semplificato. I serif sono scomparsi, le sfumature sono diventate più sature. Questa versione è stata sviluppata da un intero team di grafici che hanno collaborato a uno sprint di una settimana.

Emblema

Google ha un mini-emblema a forma di “G” maiuscola. Consiste di diversi segmenti di colore: blu, verde, giallo e rosso. La lettera arcobaleno viene utilizzata come icona per un servizio di ricerca vocale, come favicon per le risorse web e come icona per un’applicazione mobile.

Font e colori

Fino al 2015, il logo conteneva varie modifiche del carattere Catull. Dopo la riprogettazione finale, è stato introdotto un nuovo font, Product Sans. La “e” ha una linea smussata come simbolo del carattere non standard dell’azienda. Il colore della scritta non è uniforme, accattivante: le lettere sono dipinte in vivaci tonalità di rosso, verde, blu e giallo, che contrastano tra loro e sono fortemente associate ai prodotti Google.