Electrolux Logo

Electrolux LogoElectrolux è un marchio del più grande produttore di elettrodomestici. È apparso nel 1919 nella città di Stoccolma (Svezia). È il risultato della fusione di due società specializzate: Lux AB e Svenska Elektron AB.

Significato e storia

Electrolux Logo Storia

Nella prima metà dell’esistenza del marchio, i suoi loghi assomigliavano a un nome scritto a mano. Il carattere era corsivo. Ma i simboli grafici apparvero molti anni dopo, nel 1962. Tutte le opzioni successive sono state costruite su di esso con piccole modifiche.

1916 -1 960

C’era solo un’iscrizione sull’emblema di quel tempo: il nome dell’azienda. Era disposto su una riga e consisteva in un carattere corsivo, che ricorda il testo scritto a mano. Inoltre, le parole erano semi-connesse e si trovavano a poca distanza l’una dall’altra: a sinistra – “Electro”, a destra – “Lux”. Ogni parte iniziava con una lettera maiuscola. Le linee erano morbide e arrotondate e la “L” si fondeva con grazia in “x”.

1960 – 1962

Nel 1960, i designer hanno proposto una nuova visione per il logo. Hanno aggiunto un motivo a globo con una sottile linea nera sul bordo, seguita da un’altra, ampia e bianca. Al centro c’era un arco che copriva la parola “Electro”. Sotto, dopo il trasferimento dalla riga superiore, c’era la seconda parte del nome, composta da una lettera minuscola – “lux”. Un semicerchio fungeva da sfondo, da cui raggi acuti si irradiavano in direzioni diverse. La “E” era così ampia che copriva due file contemporaneamente. La parte superiore dell’icona conteneva una mappa del pianeta, disegnata da paralleli e meridiani, e quella inferiore era nera.

1962 – 1990

Questo emblema si basa su una combinazione di grafica e lettere. Fu allora che l’azienda acquisì un marchio che assomiglia vagamente a un triangolo laterale con angoli aperti. I suoi due lati sono lunati, uno è dritto. La figura scura si trova in un cerchio bianco, che a sua volta è posto in un quadrato nero. Sotto c’è il nome della società di ingegneria elettrica, scritto in caratteri sottili.

1990 – 2015

Il produttore di elettrodomestici ha ottenuto un nuovo marchio quell’anno. I designer hanno preso come base la vecchia versione, scambiando gli elementi e riscalandoli in modo diverso. Da allora, la forma geometrica si è rimpicciolita e ha avuto luogo davanti alla parola “Electrolux”. Il carattere è stato ingrandito e sono stati aggiunti serif.

2015 – presente

Dopo una riprogettazione nel 2015, l’azienda ha iniziato a utilizzare un logo più moderno: conciso, semplice e di facile lettura. È stato elaborato da specialisti dell’ufficio londinese di Prophet. Hanno rimosso lo slogan “Thinking of you” e cambiato il colore.

Carattere e colori del logo

Electrolux ha avuto molti simboli nella sua storia. All’inizio erano costituiti esclusivamente da testo. Successivamente è stata aggiunta un’icona grafica, che però è durata poco, in quanto l’azienda ha deciso di sottolineare la semplicità e la disponibilità dei propri prodotti ai clienti. A tal fine, ha scelto un logo con un nome. Si trova su una riga ed è in stampatello individuale. “E” è arrotondato in basso a sinistra, e “t” ha un terzo della parte inferiore della gamba e metà del segmento superiore tagliato. Sulla sinistra c’è un’icona in miniatura, il simbolo tecnico del produttore.

L’identità aziendale del marchio è una geometria chiara, presente in tutte le versioni del logo. I cambiamenti hanno riguardato principalmente la parte verbale. La parola è stata scritta per la prima volta con il font Pantone Combination System, quindi è stata sostituita dal Custom Electrolux Sans. Il marchio ora è disponibile in tre gusti: regolare, leggero e audace. I colori predominanti sono il bianco e il nero (all’inizio), ma anche il bianco e il blu (ora).