Menu Chiudi

Datsun Logo

Datsun Logo

Il marchio Datsun è scomparso ed è riapparso due volte. La sua storia risale all’inizio del XX secolo, quando due aziende giapponesi si fusero in un’unica grande struttura per produrre auto di lusso. Allo stesso tempo, la gamma si basava su un modello economico che dominava il mercato statunitense negli anni ’60. La fama però durò poco: il marchio cessò di esistere nel 1986 e fu dimenticato per i successivi 27 anni. È tornata nel 2013 con nuove macchine destinate ad acquirenti di diversi paesi.

Significato e storia

Datsun Logo Storia

Datsun è direttamente correlata a Nissan Motors perché era originariamente di proprietà di tale società. Per quanto ne sappiamo, nel 1934 Jitsuyo Automobile e DAT Automobile si fusero, le due case automobilistiche che diedero vita a Nissan. Allo stesso tempo, i prodotti della nuova struttura sono stati venduti all’estero con il marchio Datsun. Innanzitutto, la formazione era rappresentata da auto di lusso. Durante i combattimenti, è giunto il momento della tecnologia militare. Quando la seconda guerra mondiale finì, l’esercito degli Stati Uniti ordinò a Nissan i mini-camion Datsun, salvando la casa automobilistica dalla bancarotta.

Così gradualmente il marchio giapponese è diventato popolare e ha conquistato il mercato americano con il suo trasporto economico. Ma la casa madre aveva piani completamente diversi: decise di abbandonare Datsun per unire tutte le aree sotto il nome comune Nissan. Ciò ha richiesto un enorme investimento finanziario che non ha nemmeno ripagato. I dirigenti non hanno tenuto conto del fatto che le persone erano abituate al vecchio marchio. Se il Giappone sapeva dell’esistenza di Nissan, allora in tutti gli altri paesi gli automobilisti conoscevano solo il logo Datsun. Di conseguenza, le vendite nel mercato estero sono diminuite drasticamente.

In effetti, la casa automobilistica è partita da zero. Doveva riconquistare la fiducia dei clienti e attirare l’attenzione sui suoi prodotti. È tanto più sorprendente che nel 2013 abbia deciso di ripristinare il marchio Datsun, per il quale ha lanciato un’intera campagna per “resuscitarlo”. I proprietari hanno deciso di fare a meno del rebranding totale. Hanno mantenuto il nome originale, che era composto da due parole: “DAT” (iniziali degli investitori) e “sole” (simbolo del Giappone). A proposito, all’inizio i creativi avrebbero dato al marchio un nome completamente diverso: Datson. Indicherebbe che il marchio è una filiale di DAT. Ma in giapponese, questa ortografia ha causato associazioni negative, quindi la penultima lettera è stata sostituita.

Dopo l’inaspettato ritorno di Datsun, il logo è stato mantenuto, seppur con un look moderno. Nel corso del secolo cambiò molte volte, ma il più delle volte prevalsero iscrizioni laconiche. Erano parte integrante dell’iconografia delle auto che arrivavano ai mercati di esportazione. Tuttavia, il più popolare e memorabile si è rivelato essere un cartello rotondo con una targa rettangolare in cui era scritto il nome del marchio.

1935 – 1951

Datsun Logo 1935-1951

L’emblema originale conteneva un cerchio rosso diviso in due parti uguali da un rettangolo blu con una scritta bianca “DATSUN”. La parola è stata scritta in grassetto con grazie lunghe e affilate. Le lettere erano schiacciate in modo sproporzionato ai bordi.

1951 – 1963

Datsun Logo 1951-1963

Un altro dei primi simboli sembrava una targa rossa con gli angoli arrotondati. All’interno c’era il nome del marchio, evidenziato da una linea bianca allungata. Il più insolito era il primo “D”, che aveva la forma di un trapezio rettangolare. Inoltre, tutte le lettere erano costituite da tratti di diverso spessore ed erano leggermente appiattite. Il badge presentato adornava le auto del modello Datsun 320.

1963 – 1965

Datsun Logo 1963-1965

Nel 1963 apparve un logo con lettere molto distanziate collegate da sottili linee orizzontali. Il carattere è diventato scritto a mano, con una notevole inclinazione a destra. Il rettangolo è scomparso e il colore rosso è stato sostituito dal blu. Questo marchio denominativo era visibile sulle griglie del radiatore Datsun Bluebird 410.

1965 – 1970

Datsun Logo 1965-1970

Il marchio aveva un’altra versione del logo. I designer hanno ripetuto quasi esattamente l’iscrizione dell’emblema del 1951-1963, ma hanno rimosso lo sfondo colorato e ridipinto la parola giallo. Il carattere è leggermente cambiato: le lettere hanno acquisito una forma e una proporzione rigorose. Il peso della corsa è aumentato e “D” è diventato simmetrico. Un analogo approssimativo di questo badge è stato utilizzato sulle auto Datsun Bluebird 411.

1970 – 1972

Datsun Logo 1970-1972

Nel 1970, l’iscrizione è stata posta all’interno di un ovale grigio con un anello rosso e nero al centro. Il gradiente ha conferito alla forma ellittica un effetto tridimensionale. Le lettere sembravano anche tridimensionali perché erano delineate da sottili linee scure che contrastavano con il bianco della base. Inoltre, grandi grazie rettangolari rendevano evidente il nome del marchio sullo sfondo di altri elementi. Questo logo è stato utilizzato per la prima volta per la Datsun Cherry 100A E10.

1972 – 1976

Datsun Logo 1972-1976

Nel 1972 apparve un’altra versione del marchio denominativo: una semplice iscrizione nera su sfondo bianco. Il dettaglio più importante erano i serif molto lunghi e affilati sui bordi delle lettere. Un simbolo simile adornava le auto Datsun 240K C110, ma mancava di alcuni elementi.

1976 – 1986

Datsun Logo 1976-1986

Il logo aziendale Datsun è stato sviluppato nel 1976. Si basava sul design originale e conteneva gli stessi elementi del primo emblema: due semicerchi rossi, un rettangolo blu e una scritta bianca. È cambiato solo il carattere, perché gli sviluppatori hanno preferito la versione sans-serif, con linee in grassetto dello stesso spessore. A causa della piccola distanza, le lettere praticamente strisciavano l’una sull’altra. Per la sua caratteristica struttura, gli americani hanno soprannominato questo simbolo “hamburger”. Negli anni ’80. è stato utilizzato sulle auto insieme allo stemma Nissan, e poi è stato abbandonato. Il marchio Datsun è rimasto uno strumento di marketing per la vendita di prodotti fino alla metà degli anni ’80, quando la casa madre ha iniziato a unificare i suoi nomi. Nel 1986 è stato dimenticato a lungo.

2013 – 2020

Datsun Logo 2013-2020

Nel 2010 i titolari decidono di restaurare lo storico marchio. La fase preparatoria è durata tre anni e già nel 2013 le macchine Datsun sono tornate sui mercati di alcuni paesi. Avevano bisogno di un piccolo cambiamento di immagine per mostrare il loro impegno per il progresso. Pertanto, il logo è stato modificato, sebbene abbia mantenuto alcuni degli elementi classici.

Al centro della targa blu c’è la parola “DATSUN”. L’iscrizione ha un gradiente lineare dal bianco al grigio, le lettere sono evidenziate in contorni neri sul lato destro. Il rettangolo arrotondato è incorporato nella stessa ellisse blu. Oltre al colore, sono uniti da un gradiente radiale, che fa sembrare che una fonte di luce invisibile si trovi nell’angolo sinistro. La parte esterna del logo è una lunetta ovale argentata con taglio superiore e inferiore.

Carattere e colori del logo

Datsun Simbolo

Il cerchio al centro rappresenta il sole nascente, il principale simbolo del Giappone. Dimostra che l’azienda è impegnata nello sviluppo e nella modernità. Il cerchio illustra anche in una certa misura il nome Datsun. Il rettangolo di divisione denota il potere dell’energia, ciò che aiuta il marchio ad andare avanti.

Logo della Datsun

Seguendo una tradizione consolidata, i designer hanno utilizzato un font sans-serif per il logo. I colori ufficiali del marchio automobilistico erano rosso, blu e bianco, gli stessi della bandiera degli Stati Uniti. Dopo il risveglio, l’emblema è diventato blu-argento, poiché l’America ha cessato di essere il mercato principale per Datsun.