Menu Chiudi

Clemson University Logo

Clemson University Logo

La Clemson University è impegnata in attività di ricerca e consente agli studenti di studiare in una delle sette aree, comprese le scienze applicate, mediche, sociali e umane. Ha avuto origine nel 1889 ed era originariamente chiamato Clemson Agricultural College of South Carolina. Molti edifici del campus sono stati costruiti da detenuti, con alcuni lavoratori che all’epoca avevano solo 13 anni. L’università fu chiamata Clemson nel 1964, quando il governo ne riconobbe l’autorità e le ampie capacità. Nel 1896 la prima squadra di calcio apparve nell’istituto scolastico. Ha gettato le basi per il futuro braccio sportivo dei Clemson Tigers.

Gli alunni della Clemson University includono molti uomini d’affari di successo, atleti, politici, scienziati e operatori televisivi. Celebrano il nome dell’alma mater, portandolo al livello successivo. A partire dal 2021, questa istituzione educativa si colloca al 74 ° posto nella classifica delle migliori università nazionali del paese.

Tutti gli studenti di Clemson conoscono bene i suoi simboli aziendali: timbro rotondo e logo. Rappresentano l’intera università (principalmente il pubblico non sportivo), ma sono utilizzati con restrizioni. Ad esempio, il marchio denominativo è solo per scopi non commerciali. Consiste in una scritta maiuscola stilizzata “CLEMSON” con una zampa di tigre invece di una “O”. La grafica si chiama Tiger Paw ed esiste dal 1970. È stata creata sulla base di una stampa reale della zampa di una tigre del Bengala.

Logo della Clemson University

La parola “UNIVERSITÀ” non è inclusa nel logo principale. Se viene utilizzato in versioni alternative, viene posizionato in basso e scritto in lettere più piccole a grandi intervalli in modo che la seconda riga abbia la stessa lunghezza della prima. Secondo le linee guida del marchio, il colore “UNIVERSITY” può essere bianco, arancione (marchio Clemson Orange) o viola (Regalia).

L’uso del sigillo deve essere approvato dall’Ufficio di Presidenza. Viene apposto su certificati ufficiali e deve essere integrato con il segno di marchio registrato ®. Questo elemento identitario è tradizionalmente rotondo. Contiene un piedistallo a tre livelli e una colonna con foglie di palma nella parte superiore. La striscia bianca ondulata ricorda le montagne che sono visibili all’orizzonte. Contrasta con una sfumatura viola-arancio su uno sfondo di palma stilizzata.

Il nome dello stato americano in cui si trova l’istituto di istruzione è scritto direttamente sotto il piedistallo: “SOUTH CAROLINA”. I designer lo hanno diviso in due linee centrate e hanno usato un font sans serif.

La parte centrale del sigillo è delineata da una catena composta da tanti piccoli cerchi bianchi e posta in un ampio anello viola. Esso, a sua volta, contiene la scritta “CLEMSON UNIVERSITY” (nella metà superiore) e il numero “1889” (sotto). L’anno di fondazione dell’università è separato dal suo nome da due stelle a cinque punte. Questo è seguito da due anelli sottili: bianco e arancione. Formano il contorno esterno del sigillo.

Logo di Clemson Tigers

Clemson University Logo Storia

La Clemson University ha un proprio dipartimento sportivo noto come Clemson Tigers. Si compone di diciannove squadre varsity che partecipano alla Atlantic Coast Conference e competono a livello di Division I NCAA FBS. Giocano a calcio, basket, baseball, golf, tennis, softball, hockey su prato, atletica leggera, canottaggio, nuoto, immersioni, wrestling, boxe e scherma. Alcuni di loro gareggiano nei campionati nazionali.

Il soprannome e la mascotte dei Tigers furono inventati dall’allenatore di football Walter Merritt Riggs, che nel 1896 prese lavoro al Clemson Agricultural College della Carolina del Sud (uno dei vecchi nomi della Clemson University). In quel momento, ammirò le Princeton Tigers, il che spiega la scelta finale dell’animale.

Il reparto sportivo ha sempre avuto i loghi della tigre. Molto spesso, gli artisti si sono concentrati sulla testa di un predatore ringhiante e in diversi colori. Riuscì a visitare il giallo-nero (nel 1928-1934), l’arancio-bianco (nel 1965-1969) e il colore pieno, intervallati da nero, arancione, bianco e blu (nei primi anni ’70). C’è stato anche un periodo in cui la tigre era raffigurata in stile cartone animato, seduta all’interno della lettera “C” (1951-1964).

Tutto è cambiato negli anni ’70: dopo il rimpasto degli allenatori, la dirigenza è giunta alla conclusione che era tempo di rinnovare l’immagine. Henderson Advertising è stata coinvolta nel processo. Il suo presidente, Jimmy Henderson, visitò personalmente l’università, conobbe gli emblemi della tigre di altre istituzioni educative e si rivolse al Chicago Museum of National History con la richiesta di fornirgli una stampa in gesso di una zampa di tigre del Bengala. Dopodiché, ha fotografato il sentiero, ruotandolo di circa 10 gradi.

Il logo è stato sviluppato da Helen Weaver. Il punto finale è stato fissato dal designer John George Antonio, che ha creato il disegno basandosi sul concetto esistente. È così che Clemson Tigers ha ottenuto il suo marchio originale sotto forma di impronta.

1928 – 1934

Clemson Tigers Logo 1928-1934

Uno dei primi loghi dei Clemson Tigers è stato all’altezza del soprannome delle squadre di college. Conteneva la testa arancione chiaro di una tigre ringhiante, spiegata a metà faccia intera e rivolta a destra. Per simulare il colore dell’animale, gli artisti hanno utilizzato lunghe linee nere. L’illustrazione sembrava irrealistica perché mancava di dettagli. Un naso sfocato, occhi sfocati e una bocca rappresentata schematicamente hanno trasformato l’emblema dello sport in una grande macchia arancione.

1951 – 1964

Clemson Tigers Logo 1951-1964

Nel 1951, i designer cambiarono radicalmente lo stile del logo, trasformando il formidabile predatore ringhiante in un divertente personaggio dei cartoni animati. In questa versione, la tigre sorridente sedeva all’interno di una grande “C” con una lunga coda che penzolava da un lato. Per renderlo confortevole, l’animale antropomorfo ha piegato le zampe anteriori sul petto e ha piegato le zampe posteriori alle ginocchia. Per quanto riguarda la “C”, questa lettera rappresentava il nome della Clemson University ed era scritta in grassetto, un carattere angolare con i lati troncati.

L’arancione ha assunto una tonalità scura, quasi rossa. Ha dipinto la parte principale del disegno, compresa la tigre stessa. La tavolozza è stata completata da un colore viola che ha accentuato i dettagli. Gli artisti lo usavano per un ampio contorno attorno alla “C” e per numerose strisce sul corpo dell’animale.

1965 – 1969

Clemson Tigers Logo 1965-1969

Nel 1965, i Clemson Tigers reintrodussero il logo della tigre ringhiante e arrabbiata. La sua testa era girata in pieno viso e consisteva di linee arancioni su uno sfondo bianco. Con l’aiuto di punti e tratti solidi, i designer hanno creato una vera illustrazione, in cui sono chiaramente visibili occhi, orecchie, sopracciglia accigliate, naso rugoso, baffi e bocca spalancata con i denti. Anche la pelliccia è stata disegnata, sebbene non così dettagliatamente: gli sviluppatori si sono concentrati sul mimetismo del predatore, volendo trasmettere il suo stato d’animo aggressivo.

Sotto la testa della tigre c’era la parola “CLEMSON”. Utilizza la stessa tonalità arancione della parte grafica del logo. E grazie al carattere serif rettangolare, le lettere sembravano impressionanti.

1970 – 1976

Clemson Tigers Logo 1970-1976

Nei primi anni ’70. le squadre dell’università hanno aggiornato di nuovo il logo. La versione ridisegnata ha perso il suo realismo perché gli artisti hanno cambiato la rotazione della testa, ridotto il dettaglio e combinato diversi colori. La base del dipinto era bianca, i contorni erano neri e gli occhi e le ombre erano viola. Per le macchie grandi è stato utilizzato un colore arancione che si è diffuso nella parte superiore del naso, della lingua, del collo e della metà dell’orecchio.

Anche il nome dell’università è stato modificato. I designer lo hanno reso nero e hanno scelto un audace sans serif per il lettering. La parola semplice e comprensibile “CLEMSON” sembrava contrastante sullo sfondo di un motivo astratto.

1977 – oggi

Clemson Tigers Logo 1977-oggi

Il logo più famoso dei Clemson Tigers si chiama Tiger Paw. È stato sviluppato da Henderson Advertising, contattato da Robert C. Edwards. Il capo dell’istituto di istruzione ha assegnato un compito difficile agli specialisti: voleva che il nuovo simbolo sottolineasse l’immagine prestigiosa dell’università e la distinguesse da decine di altri college statunitensi con simili emblemi “felini”.

Jimmy Henderson è stato il primo a suggerire di utilizzare l’impronta della zampa come logo. Ha visitato personalmente il museo, dove è stata conservata la stampa di cui aveva bisogno, l’ha fotografata e raffigurata in un angolo. Helen Weaver è stata responsabile dello sviluppo dell’idea originale e ha assunto la maggior parte del lavoro. E John George Antonio ha incarnato tutte le idee sulla carta.

Carattere e colori del logo

Clemson University Simbolo

Il segno grafico Tiger Paw rappresenta tradizionalmente le squadre sportive. Inoltre, viene utilizzato per scopi accademici: i designer lo hanno incluso nel logo dell’università, sostituendo l’icona con la lettera “O” nella parola “CLEMSON”. Questo simbolo può essere riconosciuto dalla sua caratteristica pendenza di 10 gradi e da una piccola striscia bianca nella parte inferiore che si è formata nel sito della cicatrice.

Il marchio denominativo e il sigillo dell’istituto di istruzione presentano il carattere Goudy Old Style. Si distingue per linee contrastanti in larghezza e serif appuntiti allungati. Tutti i loghi sono uniti da un colore: Clemson Orange (# F56600). È completato da Regalia viola (# 522D80), che rende il marchio altamente riconoscibile.