Menu Chiudi

Chrysler Logo

Chrysler Logo

Chrysler è la più piccola delle Tre Grandi che controllano il mercato automobilistico statunitense. È posseduto al 100% dalla società italiana Fiat. L’accordo è stato completato nel 2014, quando l’azienda è stata ribattezzata Fiat Chrysler Automobiles. Il cambio di proprietà e nome non ha influito sui principali marchi della casa automobilistica, tra cui Jeep, Dodge, RAM e la controllata Chrysler.

Significato e storia

Chrysler Logo Storia

Walter Chrysler è stato un grande imprenditore. Sapeva cosa doveva fare per creare una promettente azienda automobilistica e portarla ai vertici in breve tempo. Il segreto del suo successo è semplice: alcuni dei più grandi ingegneri, un grande capitale iniziale e un’idea imprenditoriale promettente. Dopo aver assemblato il dream team, Walter è passato all’azione. Ha fondato Chrysler nel 1925 e la prima auto di questo marchio è entrata nel mercato anche prima, nel 1924. Il veicolo di debutto è stato rilasciato nello stabilimento Maxwell Motor Company.

Le nuove auto competono con Lincoln Ford e Cadillac GM, i migliori modelli della classe di lusso. Il concetto del produttore era quello di realizzare auto economiche ma lussuose e innovative. Allo stesso tempo, aveva bisogno di un suo simbolo, che potesse essere associato a un marchio di fascia alta. La vecchia identità di Chrysler non è stata dimenticata, nonostante questa azienda faccia parte da tempo della Fiat e si chiami FCA. Quasi tutti i loghi del passato sono stati iconici, in particolare il famoso pentagono Pentastar.

I nomi dei marchi venivano aggiornati di frequente: a volte a causa di riorganizzazioni (con ampliamento e cambio di proprietà), a volte per scopi di marketing. Alla fine degli anni ’90. La casa automobilistica ha trovato il proprio stile di lettering e ha iniziato a seguirlo, sperimentando solo piccoli dettagli ed elementi grafici.

1925 – 1955

Chrysler Logo 1925-1955

Quando Walter Chrysler ha avviato la società automobilistica, ha chiesto a uno degli ingegneri di aiutarlo a progettare il logo. Oliver Clark sapeva disegnare e conosceva il design, quindi ha accettato il compito con entusiasmo. Ha creato uno dei marchi più iconici di Chrysler, un sigillo di cera rotondo raffigurante il nome del marchio attraverso la striscia trasversale.

Il rettangolo blu che conteneva l’iscrizione era stilizzato come un nastro. Si avvolgeva attorno a un cerchio dorato e le sue estremità facevano capolino dall’angolo in basso a destra. C’erano due fulmini nella parte superiore e inferiore della striscia diagonale, uno su ciascun lato. Poche persone lo sanno, ma questi zigzag erano in realtà lettere “Z” stilizzate. Rappresentavano un’auto del modello Zeder. Ci si aspettava che il suo prototipo sarebbe stata la prima vettura Chrysler, ma a causa di circostanze impreviste, l’azienda è stata costretta a vendere il suo sviluppo. Secondo un’altra versione, il fulmine personificava la potenza dei motori.

Il logo imitava un vero sigillo di cera che veniva usato alle fiere governative come premi. È un simbolo dell’affidabilità, dell’onestà del produttore e della conferma della qualità dei suoi veicoli. Il simbolo originale è caduto in disuso nel 1954 ed è stato dimenticato per diversi decenni fino a quando l’azienda ha deciso di tornare alle sue origini.

1955 – 1962

Chrysler Logo 1955-1962

A metà del XX secolo apparve un emblema, composto da due “boomerang” in rosso e nero. Avevano proporzioni diverse: uno era più largo e più corto, e l’altro era più stretto e più lungo. A giudicare dagli incroci, il “boomerang” nero era sopra quello rosso. Lo stesso logo è stato utilizzato dal marchio Dodge.

1962 – 1993

Chrysler Logo 1962-1993

Nel 1962, la società di marketing Lippincott & Margulies disegnò il famoso simbolo Pentastar per Chrysler. È noto per essere stato un logo aziendale e in rare occasioni adornava i cofani delle auto. Non è mai stato utilizzato sulle griglie del radiatore. Questo emblema è stato scelto tra altri 800. È stato inventato da Robert Stanley, un sostenitore dei classici e della stabilità. Voleva realizzare un segno che unisse semplicità, stile e dinamismo.

Tutte le sue idee erano incarnate in un pentagono blu con una graziosa stella all’interno. I raggi dividevano la grande figura geometrica in cinque piccoli triangoli diretti agli angoli superiori verso il centro. Molte persone credono erroneamente che le sfaccettature Pentastar rappresentino marchi specifici: Dodge Trucks, Dodge, Plymouth, Imperial e Chrysler. In realtà, non è così: la stella è stata aggiunta per creare l’illusione visiva del movimento e diluire la forma rigorosa del poligono. E l’azienda aveva molti più marchi.

Tali idee sbagliate sono associate al fatto che Bob Hope ha mostrato il logo aziendale nel suo popolare spettacolo, posizionando il nome di un marchio automobilistico davanti a ciascuna trave. Questo programma è uscito nel 1962, poco dopo la nascita di Pentastar e la sua pubblicazione in materiale promozionale. La versione ufficiale dell’emblema è stata completata solo dalla scritta “CHRYSLER” nera nella parte inferiore.

1993 – 2009

Chrysler Logo 1993-2009

Il logo originale, scomparso nel 1955, è tornato trionfalmente nei primi anni ’90. L’azienda riprese ad utilizzare il sigillo in ceralacca con nastro adesivo a conferma dell’elevata affidabilità e qualità delle macchine.

1995 – 1998

Chrysler Logo 1995-1998

Contemporaneamente all’emblema del sigillo, era rilevante il marchio denominativo con la scritta “CHRYSLER”. I designer hanno scelto un futuristico font sans-serif per il nome della società. Le lettere erano appiattite, con entrambe le “R” mancanti di porzioni dei tratti nell’angolo in alto a destra.

1998 – 2010

Chrysler Logo 1998-2010

Alla fine del 1998, il famoso sigillo fu posto all’interno delle lunghe ali, che contenevano tre “piume” ciascuna a destra e a sinistra. Sono stati delineati con una linea grigia. La parola “CHRYSLER” era in alto. Gli sviluppatori hanno cambiato la forma delle lettere, facendole assomigliare al font lettering sotto Pentastar.

2010 – oggi

Chrysler Logo 2010-oggi

La successiva riprogettazione è stata effettuata quando la società italiana Fiat ha acquistato parte delle azioni di Chrysler. Il logo ha perso il suo tradizionale sigillo di ceralacca – è stato sostituito dal nome dell’azienda, scritto all’interno della targhetta blu. È stato integrato al centro dei parafanghi, che sono più eleganti e hanno una sfumatura metallica. L’emblema ora ricorda il marchio Aston Martin con una struttura simile. In alto, come nella versione precedente, c’è il nome del marchio. La parola divenne grigio chiaro. Il pubblico ha appreso del cambio di identità alla fine del 2009, perché la casa automobilistica ha presentato una domanda per la registrazione di un nuovo marchio in autunno.

Carattere e colori del logo

Chrysler Simbolo

I parafanghi presenti sugli ultimi loghi sono un’importante eredità storica per Chrysler, insieme al sigillo di ceralacca. Sono stati sviluppati dalla stessa persona, l’ingegnere Oliver Clark. In precedenza, l’elemento alato veniva utilizzato solo come figurina di un radiatore e personificava l’antico dio romano Mercurio, che poteva sviluppare una grande velocità. È diventato parte del logo molto di recente, quando i designer hanno unito due originali simboli aziendali.

La maggior parte dei marchi denominativi aziendali sono stati creati da caratteri individuali. Nell’ultima versione, la scritta “CHRYSLER” sembra elegante, nonostante le proporzioni delle lettere non siano corrette.

Logo della Chrysler

Lo stemma imita la figura di un radiatore in metallo. Per fare ciò, i designer hanno utilizzato diverse sfumature di grigio e argento, combinandole con una sfumatura. Il nome della società è inscritto su uno sfondo blu scuro. Questo colore collega il design moderno con il nastro che era raffigurato sul logo originale.