Adobe Logo

Adobe Logo

Adobe è una società di fama mondiale che promuove la tecnologia dell’informazione e lo sviluppo di software. Inoltre, è titolare del copyright dei formati PDF e TIFF. Il suo lavoro iniziò nel 1982, quando John Warnock e Charles Geschke decisero di aprire un’attività in proprio. Adobe Systems Incorporated ha sede a San Jose, in California.

Significato e storia

Adobe Logo Storia

Il logo dell’azienda è stato proposto dalla moglie del co-fondatore di Marva Warnock. Fu immediatamente accettato e usato come simbolismo individuale fino al 1993. Per tutta la sua esistenza, Adobe ha avuto due emblemi e lo stesso numero di variazioni fisse. Cioè, poiché l’aspetto del logo è cambiato solo tre volte.

1982 – 1990

La versione di debutto contiene un nome aziendale trasformato graficamente. Questo è un rettangolo grigio scuro con una scritta “Adobe” bianca in maiuscolo. Le lettere sembrano sovrapposte l’una all’altra, quindi “E” si distingue da sotto “B”, “O” si distingue da sotto “D” e “A” si sovrappone alla gamba del secondo personaggio. Inoltre, la prima lettera della parola è fatta sotto forma di un triangolo aperto in basso, che crea l’impressione di apertura.

Sotto il nome, formato dal nome del flusso della California che scorre tra Mountain View e Palo Alto, si trova la frase “Systems Incorporated”. Tutte le lettere sono in maiuscolo, della stessa dimensione.

1990 – 1993

La base di questo logo era il suo predecessore, che ha subito una piccola modifica. Di conseguenza, la scritta in basso “Systems Incorporated” è scomparsa e la parola “Adobe” è diventata nera su sfondo bianco.

1993-2017

Nel 1993, il logo dell’azienda ha ricevuto un’interpretazione completamente nuova: ora è la lettera iniziale “A” su uno sfondo rosso. Lo stile di scrittura, forma, colore: tutto è conservato nei minimi dettagli in modo da ricordare agli utenti il ​​più possibile la versione di debutto. Questo passaggio è stato fatto in relazione all’introduzione di un software chiamato Adobe Creative Cloud, che era nei colori rosso e bianco.

Successivamente, la stessa versione è stata utilizzata per designare altri prodotti innovativi: Photoshop (nel 2013), Adobe Acrobat e Adobe Dreamweaver (nel 2015). Ora è rilevante e funziona in parallelo con la versione successiva.

2017 – presente

Il logo, presentato da Acid House e John Warnock, è stato creato per il sito ufficiale. Ripete quasi completamente il predecessore con la differenza che la parola “Adobe” si trova separatamente dal segno grafico.

Emblema

È stato sviluppato dalla moglie del fondatore (Marva Warnock) e approvato nell’anno della nascita della società di informatica. Inizialmente, il logo conteneva il nome completo dell’azienda – “Adobe Systems Incorporated” con un’enfasi visiva sulla prima parola. Quindi ne rimase solo “Adobe”, e quindi – solo una grande lettera “A”. In effetti, ogni regolazione è un’evoluzione del logo per semplificazione per una migliore percezione visiva e una comoda trasmissione su diversi media.

Inoltre, i programmi con marchio hanno una loro designazione. Adobe Illustrator è un’abbreviazione arancione con una grande “A” e una piccola “i”. Adobe Flash è un’immagine di due lettere della “F” maiuscola e della “f” minuscola. Adobe Photoshop è un emblema della “P” maiuscola e della “s” in miniatura. In una delle opzioni principali, anche l’immagine speculare “d” e “b” sono battute.

Carattere e colore

Dal 1982 al 1993, le parole sul logo sono state fatte da una cuffia grafica, cioè sono state disegnate. Ma poi l’approccio è cambiato: la versione testuale è diventata fondamentale, dove è stata prestata molta attenzione al carattere. Nella versione iniziale, il nome del prodotto è scritto in grassetto esteso. Quindi sono diventati più sottili, più larghi e tozzi. Inoltre, i progettisti hanno aumentato la distanza tra i personaggi e tagliato in diagonale la parte inferiore delle gambe “d” e “b”.

Anche la tavolozza degli emblemi è divisa in due periodi: prima e dopo il 1993. Inizialmente, lo sfondo era grigio scuro e bianco e le lettere stesse erano dipinte di bianco e nero. Quindi hanno aggiunto il rosso, che è ancora usato in combinazione con il bianco.