Logitech Logo

Logitech LogoLogitech è un produttore svizzero di dispositivi audio da gioco, tastiere da gioco, mouse e altre periferiche per computer. È entrato nel mercato nel 1981, diventando un fautore della tecnologia futuristica. Ora i suoi dispositivi non sono più considerati i più innovativi, ma, come prima, continuano a connettere le persone con il mondo digitale.

Significato e storia

Logitech Logo Storia

Il logo dell’azienda reca le parole “Logitech”. Questo nome è stato coniato da Pierluigi Zappacosta e Daniel Borel, modificando leggermente la parola francese “logiciel”.

1981 – 1985

Il logo di debutto non era creativo come le versioni successive. Ma ha trasmesso accuratamente la natura delle attività dell’azienda ed era tematicamente correlato ad essa. La sua caratteristica principale era la geometria e l’accuratezza delle figure. L’iscrizione, ad esempio, aveva la forma di un cavo per computer: un cavo di collegamento largo e piatto con strisce sottili. Ogni filo è imballato in una traccia separata, motivo per cui è apparso un motivo con logo a strisce. Davanti al nome del marchio c’era un’icona in miniatura con due lettere “L”, una delle quali era capovolta.

1985 – 1988

Quindi i designer hanno semplificato il logo. Hanno ridotto lo spessore dei caratteri, lasciando linee sottili, convertito le lettere in maiuscolo e separato il nome con il colore. La metà sinistra (LOGI) è più ampia e più scura della metà destra (TECH). Di fronte a loro, gli sviluppatori hanno posizionato una forma geometrica complessa: un quadrato con un cerchio all’interno, che era diviso in quattro parti uguali. Il lato superiore destro era completamente nero. In generale, gli autori hanno scelto un classico monocromatico per questo logo.

1988 – 1997

Il nuovo emblema è apparso alla fine degli anni ’80. È stato sviluppato dal designer britannico Timothy Wilkinson, che faceva parte dello staff dell’agenzia di branding frog design nella Silicon Valley. L’artista ha disegnato un segno grafico su un semplice tavolo da disegno.

Nell’angolo era raffigurato un cursore rosso. Timothy ha ammesso che in precedenza era occupato da un “+” perché non sapeva che aspetto avesse il puntatore del mouse. A sinistra c’era un viso surreale con gli occhi aperti. Di seguito è riportato il nome scritto a mano di Logitech. Il font è stato ispirato dalla rivista Emigré.

1997 – 2012

Nel 1997 Wilkinson ha ridisegnato il logo. Il volto umano si è trasformato in un mouse di computer e l’occhio è diventato un punto in cui due mondi sono collegati: il virtuale e il reale. Il logo sembra la stampa di una mano umana che giace sul mouse di un computer.

2012 – 2015

Questa versione del logo non è nuova, è stata utilizzata insieme all’emblema del 1997, ma sui documenti. L’unica differenza tra questo logo e quello vecchio è il cambio del carattere delle lettere. Il carattere è diventato più sottile e raffinato. Questa iscrizione si trovava a destra del simbolo del marchio.

2015 – presente

L’azienda ha deciso di cambiare il marchio nel 2013. Ha affidato il restyling agli specialisti del DesignStudio con sede a Londra. Gli sviluppatori hanno reciso tutti i legami con la vecchia identità, rendendo la composizione più chiara e logica, rimuovendo il simbolo del marchio. Il carattere è diventato moderno e un po ‘futuristico. Insieme al nome completo del marchio, è apparsa una forma più breve di menzione “logi”.

Carattere e colore del logo

Il nuovo logo riflette l’eredità trentennale del marchio, ma questa volta senza il mouse e l’occhio surreale. La maggior parte dello spazio è occupato dalla parola “Logitech”. Il carattere utilizzato per l’iscrizione è Brown Pro. È stato creato dalla tipografa Aurèle Sack. Se guardi da vicino, puoi vedere elementi del carattere moderno Futura su cui ha lavorato Paul Renner.

Tutti i caratteri nella parola sono minuscoli, sans serif. La lettera “g” sembra insolita, come un cerchio (in alto) con una linea semicircolare invertita (in basso). Un altro segno astratto, composto da due forme geometriche, si trova a destra di Logitech.