GameStop Logo

GameStop LogoGameStop è una catena di vendita al dettaglio che vende videogiochi e prodotti correlati. È apparso nel 1984 come negozio di software. L’azienda di Dallas è stata fondata da tre imprenditori: Leonard Riggio, Daniel DeMatteo e Richard Fontaine. Ora la sua sede si trova a Grapevine, Texas (USA), e lei stessa possiede più di 5.500 sale commerciali in tutto il mondo.

Significato e storia

GameStop Logo Storia

Questa rete tentacolare è iniziata con un umile padiglione chiamato Babbage’s. L’azienda ha preso il nome in onore di Charles Babbage, un matematico-filosofo e il primo ideologo dei computer digitali programmabili. Presto si riorganizzò rapidamente per vendere videogiochi, concentrandosi sulle richieste dei clienti. Nel 1991, il nuovo assortimento le ha portato i due terzi del suo reddito totale.

I primi proprietari della struttura commerciale furono Gary M. Kusin e James McCurry, ex compagni di classe alla Harvard Business School. Per ottenere il negozio, hanno chiesto assistenza finanziaria a Ross Perot, che è diventato il loro investitore. Il mercato ha poi attraversato diverse fusioni e rinominate fino a diventare GameStop. È successo nel 1999.

1999 – 2000

GameStop Logo 1999-2000

Dopo il rebranding, l’azienda ha ricevuto un nuovo nome e logo. C’era un’iscrizione “Gamestop” su di esso, dove non c’erano ancora giochi di parole “Game” + “stop”: solo il valore diretto “Games” + “top” era riflesso, quindi “s” era minuscolo. Il nome è stato eseguito nella forma classica – in minuscolo con la prima lettera maiuscola. La parola era circondata da tre linee curve, una in alto e due identiche in basso.

2000 – presente

GameStop Logo 2000-oggi

Il passaggio al 21 ° millennio è stato un punto di svolta per l’azienda e ha richiesto una trasformazione. Il risultato della decisione cardinale è stato l’emergere di un concetto completamente diverso del logo – con un’enfasi su “Gioco” e “Stop”. Combinando i due fondamenti, la leadership ha ottenuto il significato opposto, il che ha causato confusione, spinto a comprare e controllare – è davvero così? Di conseguenza, “Stop” (divieto, arresto) ha dato inizio a un aumento di interesse. Allo stesso tempo, l’emblema stesso è piuttosto semplice: un’iscrizione orizzontale realizzata in due colori “fatali”: nero e rosso.

Carattere e colori del logo

Questo logo non ha parte grafica: l’iscrizione informativa è di fondamentale importanza. Il testo è presente in entrambe le varianti, evidenziando la principale gamma di prodotti. Se prima la parola era classica, ora sembra originale. Ciò è stato possibile grazie a due fattori. Il primo è “G” maiuscolo e “S” all’inizio e alla fine del nome. La seconda è una tavolozza bicolore. Trasmette molto bene l’intensità emotiva di una persona e riflette due estremi: tutto o niente, come è consuetudine nel mondo dei giochi.

Per la parola “GameStop” gli sviluppatori hanno scelto il font Impact. Le lettere enormi e larghe sembrano indistruttibili. “P” ha una gamba accorciata, mentre “m” e “t”, al contrario, sono allungate. Sebbene i due diversi steli siano fusi insieme, i loro bordi sono evidenziati in lettere maiuscole e colore. Il lato sinistro del nome è di colore nero, il lato destro – rosso. Simboleggiano il picco dello stress emotivo. Nella versione di debutto, l’iscrizione era fatta in un carattere sottile con caratteri bianchi, quindi quasi non attirava l’attenzione.