Final Fantasy Logo

Final Fantasy LogoFinal Fantasy è un gioco fantasy per computer multipiattaforma dello sviluppatore ed editore giapponese Square Enix. La serie appartiene al genere RPG e include un’intera linea di sequel che coprono il periodo dal 1987 al 2020. Il loro creatore è il famoso game designer Hironobu Sakaguchi. Inoltre, lo stesso nome è un marchio basato su un videogioco specializzato in riviste, anime, film e prodotti correlati.

Significato e storia

Tutto è iniziato in un piccolo e sconosciuto studio, dove lavoravano diversi dipendenti. L’agenzia era in gravi difficoltà finanziarie ed era in una situazione molto difficile, il che sottolinea il nome del gioco per computer, che ha successivamente presentato ai giocatori. Questa era la sua ultima possibilità per evitare il fallimento. Il prodotto rilasciato ha avuto un incredibile successo. Di conseguenza, Hironobu Sakaguchi ricevette un ampio riconoscimento invece di andarsene (lo sviluppatore prevedeva di lasciare l’industria dei giochi per computer).

Inoltre, se all’inizio i giochi di Final Fantasy erano legati solo a giochi di ruolo, in seguito sono cresciuti in altri formati. Sono diventati tattici, avventura (azione), multiplayer online e persino corse. L’intera cronologia si riflette nei loghi che accompagnavano ogni singola uscita.

In tutto, ci sono quindici sequel e un’osservazione (continua). È vero, con lo sviluppo di Square, cominciarono ad apparire spin-off, gadget a basso budget, realizzati in uno stile simile. Tuttavia, non hanno nulla a che fare con la serie ufficiale. Per distinguerli, basta guardare l’emblema: semplice, conciso e allo stesso tempo unico. L’originalità è associata all’identità aziendale che è presente in tutti i loghi.

Nonostante il gran numero di videogiochi successivi, sono episodi separati, uniti solo da principi concettuali generali. Ma non i personaggi, l’ambientazione o la trama. Ogni parte della collezione è un universo indipendente, disegnato da designer in uno stile inimitabile. Sebbene Sakaguchi non si aspettasse che richiedesse un sequel durante la creazione della prima bozza.

Pertanto, dopo l’improvviso successo, l’autore ha scelto una trama radicalmente diversa per il sequel, che non aveva nulla a che fare con gli eventi passati. Gli elementi del gameplay sono rimasti invariati e anche quei designer sono stati leggermente modernizzati, in particolare il sistema di sviluppo dei personaggi. Inoltre, ci sono tanti loghi quante sono le varianti del gioco. Di solito, l’immagine di uno o più personaggi contemporaneamente viene utilizzata come schermata iniziale (etichette, icone, emblemi, ecc.).

La tecnica di disegno è la stessa ovunque: tratti ampi che vanno dall’elemento generale ai piccoli dettagli. Di regola, sono sottili, ricci, avvolgenti. Questo è necessario per dimostrare la dinamica: un mantello svolazzante, sbattere d’ali, cadere da un’altezza e molto altro ancora. L’azienda presta particolare attenzione al lato emotivo, per il quale riflette la massima tensione negli emblemi del gioco: sospetto, disperazione, impavidità, devozione, grandezza, pressione, ecc.

A poco a poco, sia i videogiochi che i segni della loro identità visiva si sono allontanati da una direzione puramente giapponese: molti sono stati adattati per i mercati di Australia, Europa e Nord America. Esistono anche versioni per PC, console, telefoni cellulari. Anche i game designer, di cui ce n’erano diversi, hanno contribuito con la loro visione individuale. Sakaguchi ha diretto e diretto i primi giochi da solo, ma poi ha iniziato la produzione ed è stato sostituito da altri.

L’artista principale dei primi sei giochi per computer è stato Yoshitaka Amano. È stato lui a ideare il design, a creare le immagini di eroi e mostri. È diventato anche l’autore dei loghi – per le parti principali, versioni aggiuntive, in generale, per tutti i sequel e gli spin-off. Un po ‘più tardi, Tetsuya Nomura ha preso il suo posto, poiché i disegni di questo artista erano più adatti alla grafica 3D.

Emblema

Un elemento chiave di tutti i loghi è il nome completo del videogioco. È l’unico simbolo ufficiale. Le parole sono disposte su una riga e hanno una forma allungata. Inoltre, anche i serif ad angolo acuto sono allungati. La ripartizione tra caratteri è nella media, con spaziatura ottimale delle lettere. Alcuni segni sono progettati individualmente. Ad esempio, “S” ha estremità appuntite tagliate obliquamente e un angolo invece di arrotondare. “A” ha una configurazione molto stretta, quindi sembra che il lume interno sia un ago sottile.

Carattere e colori

L’emblema utilizza un carattere personalizzato creato appositamente per questo gioco. Il font personale si chiama Final Fantasy ed è stato progettato da Juan Pablo Reyes Altamirano. Lo schema dei colori consiste in una classica combinazione di bianco e nero.